È stato identificato il corpo di Fabrizia Di Lorenzo, la giovane italiana dispersa a Berlino, dopo l’attacco terroristico ai mercatini di Natale dove un tir è piombato sulla folla uccidendo 12 persone.

Aveva trentun’anni ed era nata a Sulmona, in Abruzzo. L’annuncio è stato dato dal ministro degli esteri Angelino Alfano.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni che la definì “una giovane cittadina italiana esemplare”, affida il suo cordoglio a Twitter

«L’Italia ricorda Fabrizia Di Lorenzo, cittadina esemplare uccisa dai terroristi. Il Paese si unisce commosso al dolore della famiglia»

Laureata all’Università La Sapienza di Roma in mediazione linguistico-culturale, dal 2009 al 2012 ha preso una laurea specialistica inRelazioni internazionali e diplomatiche a Bologna. Poi l’esperienza dell’Erasmus in Germania dove ha imparato il tedesco (come l’inglese) in maniera perfetta, e nel 2007 un periodo di lavoro a Vienna.

Sognava un lavoro alle agenzie delle Nazioni Unite, o alla Farnesina. Ma il sogno è rimasto tale. Dopo le lauree lavorò per 6 mesi, fino al settembre 2012, in Italia; poi il trasferimento a Berlino, dove si trovava bene ed aveva trovato un lavoro. Proprio grazie a questa tranquillità poteva dedicarsi alle sue grandi passioni: i diritti umani, le relazioni internazionali, l’ambiente.