Dottor Herlitzka, prima di tutto grazie per averci concesso questa intervista. Le volevo chiedere in cosa è occupato in questo momento?

Nella lettura di Kafka, i racconti e gli aforismi, aforismi di Zurau e racconti.

Cosa le piace del teatro?

Il teatro di parola, di parola, anche se il teatro è sempre di parola. Il teatro che mette in scena testi letterariamente validi.

Cosa le ha regalato il teatro in tutti questi anni?

Esperienze, vittorie e delusioni.

Che fa di bello la sera quando rientra a casa, per rilassarsi vede qualcosa alla TV o si rilassa in sala proiezioni vedendo un film di cinema?

Vedo qualcosa di registrato alla TV e poi di solito vado a dormire

A teatro cosa consiglia in questi giorni da vedere?
Beh, questo non lo so. c’è ne sono così tanti..

Lei è un grande attore di teatro e di cinema, ma sempre più spesso la di vede in teatro piccoli, piccole perle romane e italiane. Come mai questa scelta?
Perché mi offrono testi e parti che mi piacciono. A parte che non mi si vede molto… però!
Cosa le piace di più del cinema?

Il cinema di arte.
In che stato è il teatro oggi?

A me sembra che sia in uno stato abbastanza buono.

Quale è la sua opera teatrale preferita?

L’Amleto.
Il suo film preferito?
Tutto Chaplin.

È occupato anche al cinema?
Appaio nel film dal titolo:Non c’è più religione.

Lei ha recitato anche in Buongiorno Notte, che raccontava gli ultimi pieni di Moro, quale ricordo ha ddi quei giorni?

Mah dei giorni miei e suoi Storicamente è stata in tragedia nazionale alla quale io ho partecipato insomma con emozione, come quasi tutti gli italiani.

Cosa teme più del terrorismo?

Il terrorismo oggi è diventato una piaga mondiale, e quindi è affare di oggi, attuale.

Cosa successe in quel periodo? E attorno a lei?

Attorno a me non è successo proprio niente, fortunatamente ero fuori…

 

Cosa ha detto Moro prima di morire, nel film è citato il commento, lo può ricordare ai lettori? Molti sono fan di quel film!
Oddio, purtroppo io non me lo ricordo, cosa ha detto? Purtroppo non me lo
ricordo, non era una battuta del film. Forse era una battuta fuori dal film.

Cosa prova quando lo rivede?

L’emozione che ho provato facendolo, la riprovo.

Le piacciono i libri di storia? Le piacciono davvero? E quale libro consiglierebbe?

Confesso che la storia  mi interessa relativamente la storia…

Le piace la letteratura americana? Quale libri ha letto, quale è il suo preferito?

È da molto che non leggo libri americani, mi piaceva a suo tempo Hemingway,
Steinbeck, adesso non me ne viene in mente un altro ma sono autori di tempo fa ma contemporanei.
È andato mai a teatro negli states? O in Europa, durante un bel viaggio? E che cosa ha visto? Quale spettacolo ricorda più degli altri?

Allora negli i states non sono mai stato, a mosca ho visto più di uno spettacolo ho visto Le anime morte con una meravigliosa regia.
Le piace viaggiare?
Viaggiare purtroppo non mi piace tanto perché viaggio troppo, per il mio
mestiere di attore, ci vuole coraggio per affrontare tutti questi viaggi,
forse vorrei andare a New York.

In cosa è impegnato in questo momento?

Faccio una prova di una lettura di kafka per il vascello
Alessandro di Carlo e adriano di Carlo con la regia di Teresa Padroni.

Le piace la musica classsica? Cosa ascolta?

Si mi piace molto, sono abbonato ai concerti di musica da camera
del’auditorium, non saprei dire il mio pezzo preferito, Vagner, chopim e
altri, è tanto per essere moderni Lucio Battisti.

Quale opera sogna di rappresentare?

Vorrei fare L’Otello, sperando in qualche regista.