Quarto e ultimo appuntamento con la nuova edizione di Jack On Tour, il viaggio musicale di Jack Daniel’s raccontato nello speciale rockumentary in onda domani, martedì 27 dicembre, alle 20:45 su Sky Arte HD.

Dopo i tanti percorsi in musica in giro per l’Italia degli ultimi anni, Jack On Tour ritorna alle origini, in Tennessee, con un obiettivo preciso: raggiungere Lynchburg per celebrare i 150 anni della storica Distilleria Jack Daniel’s, la prima registrata negli USA. I protagonisti di questa speciale edizione -ribattezzata per l’occasione Jack On Tour – Road To Lynchburg– sono Joe Bastianich e Giò Sada, due personalità forti, indipendenti, curiose, all’apparenza molto diverse tra loro ma con molti punti in comune, a partire dall’amore per la musica, quella sincera e autentica, vicini anche per questo allo spirito di Jack. Il loro sarà un viaggio on the road a bordo dello speciale pick-up nero di Jack On Tour, alla scoperta dei suoni, dei sapori, del carattere indipendente e dello spirito autentico del Tennessee.

In questa puntata, rivedremo le tappe del viaggio più significative di Joe Bastianich e Giò Sada lungo la Music Highway (l’“autostrada della musica”). La prima è Memphis, con alcuni dei suoi luoghi più affascinanti, originali e ricchi di aneddoti, come il museo della Stax e la Stax Music Academy. Qui Joe e Giò incontrano due ragazze che frequentano l’accademia e suonano con loro Mr. Big Stuff di Jean Knight. A Memphis scopriremo anche la Christian Church di Mississippi Boulevard, una delle chiese della città in cui ci si può immergere nelle atmosfere della musica gospel, e Beale Street, strada in cui è nato B.B. King e ribattezzata “il regno del blues”, dove Bastianich e Giò Sada incontrano Preston Shannon il “re di Beale Street” per parlare della passione per la musica e suonare alcuni classici della storia del blues.

A Nashville Mike Seay, amico musicista di Joe, si unisce ai due protagonisti del viaggio per suonare sul palco di uno dei tanti locali che si trovano in ogni angolo della città. La musica è parte integrante di Nashville, come scopriremo grazie alla visita della Third Man Records di Jack White (casa discografica con annesso negozio di dischi e memorabilia, dove Joe e Giò incidono su vinile una speciale versione di Ring Of Fire di Jonny Cash) e al confronto con Mandy Cook, giovane cantante folk che ha raggiunto Nashville per cercare il successo e con cui Joe e Giò suonanoAin’t No Sunshine di Bill Withers.

Lasciata Nashville, Bastianich e Giò Sada raggiungono Lynchburg, l’ultima tappa del loro viaggio, per visitare la Distilleria Jack Daniel’s che da 150 anni è l’unica al mondo a produrre il whiskey divenuto una vera e propria icona mondiale. Grazie a una tour speciale al suo interno, scopriremo alcune curiosità della sua storia oltre ai luoghi in cui viene prodotto il celebre whiskey. Bastianich e Giò Sada incontrano anche Jeff Arnett, il settimo Master Distiller dell’azienda in 150 anni di storia, per una degustazione dei diversi whiskey Jack Daniel’s.

Jack On Tour – Road To Lynchburg arriva in America per celebrare un’importante ricorrenza per Jack Daniel’s, i 150 anni dalla nascita della sua storica Distilleria. 150 anni fa infatti, nel 1866, Jasper “Jack” Daniel a soli 16 anni ebbe l’intuizione di registrare la sua distilleria, acquisita tre anni prima, e si dedicò da allora e per tutta la vita alla produzione del whiskey che porta il suo nome. Negli anni, una sola costante: il rispetto della tradizione produttiva che ha reso Jack Daniel’s Tennessee Whiskey una vera e propria icona globale, stimata per il suo carattere forte, per la sua unicità e per l’autenticità.

Con Jack On Tour – Road To Lynchburg, inoltre, Jack Daniel’s rinnova ancora di più il suo stretto rapporto con la musica, un legame che ha preso vita nel 1892, quando Mr. Jack formò la Silver Cornet Band insieme ad un gruppo di abitanti di Lynchburg e lavoratori della Distilleria, per invitare la folla a raggiungere la cittadina del Tennessee e condividere insieme degli eventi speciali. Questa relazione con la musica non si è mai chiusa, ma anzi si è rafforzata ed è cresciuta nel tempo fino a Jack on Tour – Road To Lynchburg, dimostrazione perfetta del binomio che ha reso il famoso Whiskey una vera e propria icona per gli amanti delle sette note.