E’ morta Carrie Fisher, indimenticabile principessa Leia della saga di Guerre stellari. L’attrice, 60 anni, era stata ricoverata d’urgenza tre giorni fa dopo aver subito un arresto cardiaco mentre era su un aereo della United Airlines in volo da Londra a Los Angeles. Carrie Fisher era stata ricoverata in terapia intensiva presso l’Ucla Medical di Los Angeles. Ad assisterla i familiari, tra cui la figlia Billie Lourd. “È con grande dolore che la figlia Billie Lourd conferma che la sua amata mamma, Carrie Fisher, si è spenta alle 8.55 di questa mattina”, recita un comunicato del portavoce della famiglia, Simon Halls. “Era amata dal mondo e ci mancherà profondamente, vogliamo ringraziarvi per i vostri pensieri e le vostre preghiere”. Ieri la madre, l’attrice Debbie Reynolds, aveva parlato di “condizioni stabili”.

Secondo il Daily Mirror, i suoi tanti fan potranno ammirare ancora la Fisher nell’VIII film che uscirà il 15 dicembre del 2017. L’attrice, infatti, aveva già girato le scene, non tante, che la vedevano reinterpretare il ruolo di Leia, stavolta come generale della rivolta contro l’impero del «lato oscuro della forza».