Il numero uno dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, è ancora vivo. Lo ha confermato il portavoce del Pentagono Peter Cook alla Cnn.

All’inizio di dicembre si erano diffuse voci sull’uccisione del califfo dopo che l’Osservatorio siriano per i diritti umani aveva scritto di una riunione d’emergenza di alcune figure chiave dell’Isis in Iraq, scrive l’Independent che riporta la notizia. Ma Cook ha dichiarato alla Cnn che le agenzie di sicurezza Usa “pensano che Baghdadi sia vivo e guidi ancora” lo Stato Islamico. “Siamo ovviamente facendo tutto il possibile per tracciare i suoi spostamenti. Se ne avremo l’opportunità tenteremo in ogni modo di processarlo come merita. Stiamo facendo il possibile e stiamo impiegando molto tempo su questo fronte”, ha aggiunto Cook. All’inizio del mese gli Stati Uniti hanno raddoppiato la taglia su al-Baghdadi a 25 milioni di dollari.