Sono passati pochi giorni dalla morte di George Michael ed ecco spuntare l’ipotesi di suicidio. A parlarne è il suo compagno, il parrucchiere Fadi Fawaz, in alcuni tweet apparsi in rete e poi cancellati.

Non è chiaro, però se Fawaz abbia scritto di suo pugno i tweet né se il suo account sia stato hackerato, anche se il compagno della star nei giorni scorsi – ricorda l’Independent – aveva usato il suo profilo twitter per parlare della morte di Michael. In particolare, nella serata del 31 dicembre Fadi aveva postato un’immagine di dito medio con la scritta: “Ti odio 2016 dal profondo del mio cuore”.

“Avevo una relazione con George Michael fino a quando l’ho trovato morto nel suo letto. L’unica cosa che voleva era morire. Ha tentato diverse volte di uccidersi e finalmente ci è riuscito”, questi i messaggi postati con il nome di Fadi.

George Michael, quindi, si sarebbe ucciso il giorno di Natale dopo diversi tentativi di suicidio. La prima autopsia non ha portato ad alcuna certezza sulle cause del decesso e serviranno altri esami, dei quali “non si avranno risultati prima di svariate settimane”. E se probabilmente la morte è avvenuta per infarto, è anche vero che ci sono state indiscrezioni su un suo problema di dipendenza dall’eroina e la possibilità che l’assunzione di droga abbia potuto portare all’arresto cardiaco.