Palestina, che successo in Palestina la scarpina che si illumina con il vento. I bambini ne vanno pazzi, ed è una moda importata dall’America. E ai genitori piace perché, il bambino, è occupato a far illuminare la scarpina e vuole far vedere come funziona ai suoi coetanei e stare sempre con loro. Ecco cosa ha insegnato l’Italia al medioriente, che un bambino sta calmo soltanto se sta in compagnia. E se sta in compagnia sta calmo e tranquillo, e gode di ottimi diritti insieme agli altri. Si gioca, si parla, si fanno giochi di gruppo, come se l’altro bambino fosse un fratellino. Così i palestinesi stanno sempre in compagnia. Il televisore è acceso 24 ore al giorno, e i cartoni animati scorrono lenti, e i bambini possono vederli spensierati. Poi si fa colazione o merenda tutti insieme e si propone di dormire insieme.  Proprio così, in Palestina non si è abituati alla “visita” pomeridiana tra bambini. E invece si scopre che i bambini si danno appuntamento per giocare insieme, grazie ad avatar speciali che l’antipedofilia ha messo al televisore. Dopo un viaggio in Italia, i palestinesi si sono accorti che ci sono meno nervi in famiglia se i bambini stanno in gruppetto e se si fa un giorno a casa di un cuginetto, un giorno a casa di un amichetto. E si divertono davvero, non è una chimera o altro, e si guardano uno con l’altro e si danno consigli su come rifuggire il tipo strano che li ha incontrati a scuola oppure il tipo strano che li ha avvicinati sull’autobus. In Palestina, fino a poco tempo fa, si stava a casa ma in maniera molto giocosa, o si andava al Parco, e non si organizzavano le festicciuole che i palestinesi hanno imparato a orgnanizzare grazie all’esempio dell’Italia. Quello che hanno pensato i palestinesi, vedendo gli italiani, è che tanto fino ai 7 anni giocano, i bambini, quindi tanto vale farli giocare insieme, non credete? Così si stanno organizzando mini-asili, con la nonna che “impazzisce” e ne guarda 10. Poi, se ci sono le feste di mezzo, se c’è qualche festività, allora i grandi giocano a carte e stanno in compagnia tra di loro mentre, i bambini, stanno sul tappeto per terra e organizzano giochi tra di loro. E crescono. Meravigliosa Palestina, che ci insegna la fortezza d’animo.