“Tanti giocatori stanno facendo bene con la maglia numero 10”. Parola di un grande ’10’ della storia come Roberto Baggio, che oggi a Pitti Immagine Uomo, dove è testimonial di Diadora, è tornato a parlare di calcio.

“Voglio fare un plauso sicuramente a Totti – ha detto – perché non è facile arrivare alla sua età e essere ancora determinante come lui. Dybala? Credo sia il futuro, è un talento grandissimo, ha grandissimi margini di miglioramento”. E Bernardeschi, che alla Fiorentina ha ereditato la sua maglia e la capacità di entusiasmare i tifosi, può crescere a Firenze per altri anni o è destinato a lasciarla presto per piazze più ambiziose? “Le dinamiche interne non le conosco – ha detto Baggio – però credo che lui abbia grande talento. Ovviamente ci vogliono campionati, esperienze, serve anche pazienza, perché le qualità ce le ha tutte”. Per lo scudetto Baggio vede favorita la Juventus “non si vincono 5 scudetti per caso. Sta facendo benissimo in questa parte del campionato – ha detto – e credo che sia la candidata numero uno anche se ci sono squadre come la Roma che stanno facendo molto bene”. La Juve “ha una grandissima società e organizzazione alla sua base, e questo mette in condizione i giocatori di esprimersi al massimo. Sanno che dietro hanno una struttura che li sostiene in tutto e per tutto”. Tuttavia, ha aggiunto, “sia la Roma di Spalletti che il Napoli di Sarri esprimono un buon calcio. Sono molto divertenti, stanno facendo bene attraverso un gioco che non tutti offrono”. “Il calcio -conclude Baggio- rimane per me una grandissima passione, lo seguo come tutti gli appassionati, lo vivo molto serenamente: sono un pò distaccato nei giudizi, e questo è un vantaggio. Tornare a Firenze – ha raccontato – mi fa sempre piacere, ho passato degli anni importanti, intensi, bellissimi, pieni di ricordi straordinari e quindi ci torno volentieri anche perché ho un fratello che vive qui”. Ma dopo l’addio alla Figc, quella di Baggio con il calcio è una storia chiusa? No, sostiene lui: “Sto portando avanti delle cose per i giovani, e vedremo in futuro” E domenica c’è Fiorentina-Juventus…