Pace fatta? Formalmente sì. Sarebbe stata sancita durante una telefonata pacificatrice tra Nigel Farage e Beppe Grillo prima della riunione del gruppo Efdd a Bruxelles. E il leader di Ukip avrebbe detto a Grillo di essere disposto a “perdonare” i 5 Stelle a patto che, questa sarebbe la richiesta, “le persone che si sono comportate male” paghino lo scotto. Il riferimento implicito, sempre secondo quanto viene riferito, sarebbe all’eurodeputato David Borrelliche è anche vice presidente di Efdd, responsabile di essere stato il ‘regista’ dell’accordo con l’Alde, poi saltato ieri sera. Farage, quindi, chiederebbe la sua testa “politicamente” come condizione per poter andare avanti. Tra l’altro, già ieri gli attivisti sulla Rete avevano chiesto le sue dimissioni. Anche se Borrelli è considerato un fedelissimo di Casaleggio e quindi in una posizione blindata. Se l’accordo, come sembra, tra Farage e Grillo sarà trovato, poi si aprirà anche una partita importante e delicata sulle commissioni.