Abbondante nevicata ai Castelli Romani, ieri sera, con disagi al transito, strade ghiacciate, mezzi spargisale al lavoro per tutta la notte in tutti i comuni. Ora nevica dalla parte giusta dell’Italia, sulle montagne, non sul mare. Lo stivale comincia scrollare la neve dal tacco e chiude il bavero della giacca. È inverno, fa freddo. “Se questo sabato è tornato il sole, tra stanotte e domani c’è un peggioramento su tutto il Centro Sud” spiega Antonio Sanò, fondatore e direttore de IlMeteo.it. Un giorno di pace prima di una nuova onda gelata. Temporali, attività elettrica, raffiche di vento. Le temperature cominciano a scendere già da questa sera.

“Dalle prime ore della giornata di domani, quando fa piu freddo, è prevista neve su Umbria, Abruzzo e Lazio, non solo in collina, anche in pianura. Pioggia su Roma, ma con tre gradi, mentre a Roma nord potrebbe cadere qualche fiocco. È una situazione invernale. Nei giorni subito dopo ancora brutto tempo con pioggia e freddo, finché tra lunedì e martedì giungerà un nuovo impulso polare, dalla Russia”. Con il burian, vento di aria gelida caratteristico delle lande siberiane, le steppe kazake verso gli Urali e le pianure Sarmatiche, della Russia europea. La buriana. Neve in pianura, soprattutto su Emilia Romagna, di nuovo su Marche, Abruzzo, Umbria, ma non sul mare. “Al nord avremo neve, così come a Bologna e Forlì. Forse anche sulla cosa, Ravenna, Rimini”.