Un aereo da carico turco della Turkish Airlines è precipitato, nella notte, in Kirghizistan nei pressi dello scalo internazionale della capitale Biskek. Nell’incidente sono morte almeno 36 persone (tra le quali sei bambini). Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina sulla base di notizie diffuse dal governo del Kirghizistan e riprese dai media locali. Sembra che il Boeing 747 appartenente alla compagnia aerea ACT effettuava la rotta Istanbul- Biskek. Secondo Ria Novosti, tra i morti ci sarebbero quattro membri dell’equipaggio. Il velivolo avrebbe distrutto almeno 32 abitazioni nell’incidente. Stando alla Tass, uno dei membri dell’equipaggio era inizialmente sopravvissuto alla catastrofe, ma è morto durante il trasporto in ospedale.

«Stando alle informazioni preliminari, la teoria dell’attacco terroristico è esclusa, probabilmente lo schianto è stato causato da un errore del pilota»: lo ha dichiarato il vice premier kirghiso Muhammetkaly Abulgaziev. Secondo una fonte dello scalo sentita dall’agenzia Interfax, c’era una nebbia molto fitta al momento dell’incidente e la visibilità era scarsa. Sempre stando a Interfax, il Boeing si è schiantato a 1,5-2 chilometri dalla pista finendo tra le case del villaggio Dacha-Suu.