Giorgio Bartocci, lei che ruolo avrà nella mostra Livelli, che si svolgerà dal 21 gennaio alla Galleria Varsi in via San Salvatore in Campo?

Credo di avere lo stesso ruolo degli altri autori coinvolti nel progetto.

Le piace l’arte?

Si l’Arte mi piace, mi completa, l’Arte mi concede una libera interpretazione della vita odierna.

In che consiste la mostra Livelli?

La mostra “Livelli” consiste principalmente nella collaborazione tra urban-street artist e la stamperia d’Arte serigrafica 56 Fili, capitanata da Arturo Amitrano che ritengo uno dei migliori stampatori del nostro settore.

Dove si svolgerà?

La mostra si svolgerà presso la Galleria Varsi di Roma, situata a Campo dei Fiori, una location prestigiosa per il settore dell’arte ubana contemporanea ed un punto di riferimento per artisti affermati nei molteplici ambiti e stili della street culture internazionale.
Che significa street art oggi?
Non credo che la street art abbia un significato specifico, è un settore magnetico dove la società viene ribaltata atraverso il media del muro, del tessuto urbano diventando elementi portanti e luoghi al centro dell’attenzione di un pubblico in movimento. Vedo il fenomeno oggi come un macro cosmo composto da tante figure artistiche differenti tra loro, con idee, stili ed obiettivi differenti.

Cosa le piace dell’arte?

Adoro la pittura e il controsenso che genera il sistema Arte.

Che fa oltre che disegnare?

Disegno ogni giorno, quando non dipingo penso a cosa disegnare in futuro e tanti altri pensieri……

Le piace l’arte contemporanea?

Si, si.
Le piacciono le nostre di arte contemporanea?

Si.

Cosa stima degli artisti di oggi?

Stimo coloro che trasmettono una forte passione e lo fanno emozionandomi.

Cosa le piace di più degli artista di Livelli?

Il gruppo di artisti Sbagliato, avanguardisti e freschissimi, hanno uno spirito che va oltre la “dimensione classica” e consegnano al pubblico nuove riflessioni di libera interpretazione dell’arte urbana attraverso la fotografia.

Lei che fa oltre al suo essere artista?

Faccio pittura, Arte Urbana, graffiti e sviluppo progetti di product e visual design.

I suoi prossimi progetti.

Sto sperimentando nuove tecniche pittoriche e attualmente sono molto preso da una pubblicazione editoriale indipendente, sto tentando di unire in una vorticosa collaborazione amici architetti, fotografi e designer per elevare il contesto della public (street) Art in contesti meno ordinari della parete bidimensionale.