La stategia del paguro è notoriamente quella di impossessarsi della chiocciola altrui, di usurparne il guscio. Questo nel mondo animale. Ma se l’animale più intelligente (…) è l’essere umano, ecco che la strategia può valere anche nella vita reale. E’ un ménage à trois tutto da ridere quello in scena da ieri (fino a domenica 22) al Teatro Olimpico. La storia di una coppia fresca di convivenza con lei amorevole, presente, premurosa e lui infastidito da tante attenzioni e da una donna che da bomba sexy e provocante è diventata rapidamente una normale compagna con tuta e capelli legati. La passione che lascia il passo alla routine. E i sogni ricorrenti: i camion che la uccidono, se sono senza revisione è pure meglio, e tutto l’odio accumulato può scomparire. Ma nella realtà cosa c’è di meglio del far entrare nella coppia un terzo incomodo, magari iperdepresso, insoddisfatto e soprattutto insopportabile agli occhi di lei? Lui è Mattia (Alberto Farina, celebri le sue battute folgoranti a Colorado), lei è Brinna (Grazia Schiavo, reduce dal successo cinematografico di Al posto tuo) e l’altro è Sergio, detto Piombo (un Pino Quartullo in grande spolvero, anche direttore della commedia) chiamato a distruggere la coppia. Il sogno del tir sembra una metafora di tante vite di coppia. C’è chi ne viene investito davvero, nella vita, magari innamorandosi della persona sbagliata. Ma quando il pasticcio è stato fatto, uscirne è troppo difficile. Si ride dall’inizio alla fine, senza un istante di pausa (anche durante l’intervallo tra il primo e il secondo atto, tra il pubblico, serpeggia ilarità), alla volte fino alle lacrime. E ottima è anche la scelta della colonna sonora. Tre brani: Che coss’è l’amor di un Vinicio Capossela d’annata, Fatta ‘na pizza del mai dimenticato Pino Daniele e, a chiudere, il riarrangiamento di Una carezza in un  pugno di Celentano eseguito dalla Chop Chop Band. Impossibile spoilerare altro, bisogna solo correre a teatro (la pièce fa avanti fino a domenica) per passare un paio d’ore di serenità e spensieratezza. In questi giorni, specialmente, ce n’è proprio bisogno.

La strategia del paguro è un adattamento della commedia francese Una semaine pas plus (Una settimana non di più) di Clement Michel (autore-attore quarantenne francese di successo), adattata e diretta da Pino Quartullo. Da non perdere!