E’ morto ieri sera a 69 anni, nella sua abitazione di via Isidoro La Lumia a Palermo, Pietro Giordano, probabilmente il più celebre “non attore” di Cinico Tv. Era diventato un personaggio delle strade di Palermo. “Era un uomo di straordinaria intelligenza, ironia e cinismo”, racconta Franco Maresco, l’autore-regista che lo ha scoperto e lo ha fatto recitare già negli anni Ottanta. “Imparò presto i tempi teatrali. La prima volta che lo vidi si presentò assieme a un altro attore di Cinico Tv. I due avevano l’abitudine di imbucarsi ai matrimoni e si conobbero mentre scappavano dalla finestra del bagno del ristorante per sfuggire ai parenti degli sposi. Era un uomo di grande ironia e cinismo e dimostrò tutto il suo talento in Cagliostro. In quel film tenne testa a un grande attore come Robert Englund. Una perdita davvero dolorosa”. Ieri sera Pietro Giordano era andato come sempre al pub Officina Di Dio: “Passava due volte al giorno per un caffè e un bicchiere di Coca Cola – racconta il titolare Alessandro Di Dio –  Stamattina ho sentito la sorella. Una notizia davvero dolorosa”. Ricorda Daniele Ciprì: “Era un grande amico. Giordano aveva più degli altri ‘nostri attori’ perfezionato i tempi del cinema. Come quando recitò con Englund, nel film Il ritorno di Cagliostro. Ecco, quello è uno dei ricordi più belli che ho di lui. Ma anche tutto tutto quello che insieme abbiamo fatto rimane indimenticabile. Provo un grande dolore”.