Prosegue il ciclo di incontri dedicati all’archeologia e all’arte – organizzato dalla Delegazione FAI di Roma – con la straordinaria partecipazione di eminenti critici e studiosi che presenteranno approfondimenti legati a capolavori del patrimonio artistico del nostro paese.
Sotto la lente di ingrandimento 8 eccezionali opere che affascineranno il pubblico. “8 Capolavori Svelati. Il Dettaglio della Perfezione” ha l’intento di raccontare la storia dell’arte in tanti modi attraverso differenti approcci e di rivelare storie, caratteristiche, aneddoti e di sfatare pregiudizi.

Venerdì 3 febbraio avrà luogo un coinvolgente incontro dedicato al “Bacio dell’Hotel de Ville” di Robert Doisneau con Alessandra Mauro.
Il celebre scatto di Robert Doisneau è un miracolo di equilibrio e un’icona dell’amore, della leggerezza, della passione, della spontaneità e della poesia, scattata dal suo autore nell’aprile 1950. Ovviamente, a Parigi.
Una foto perfetta per l’armonia dei suoi elementi, per la ricchezza dei toni, l’inquadratura scelta, la sapienza grafica. C’è chi la considera bugiarda, costruita a bella posta, forse manierata e perfino zuccherosa. Eppure, la sua forza iconica ancora oggi, a sessant’anni dallo scatto, suscita in chi la guarda l’incredula domanda: sarà vera o non sarà piuttosto un falso clamoroso, frutto di una sapiente montatura?
Ma ogni fotografia è estremamente più complessa di quanto a prima vista si potrebbe immaginare e ricostruendo, strato dopo strato, la storia di un’immagine scopriamo spesso un insieme affascinante di elementi e di ragioni.
Leggendo questa fotografia sarà possibile scoprire lo stile di un’epoca e di un momento preciso del nostro recente passato, tra ansia di libertà e nuovi modelli estetici da seguire; conosceremo la personalità sfaccettata ed emblematica del suo autore, Robert Doisneau, fotografo-simbolo di un modo di osservare, e riportare in stampe fotografiche, la realtà.