La Scozia firma il primo colpo dell’edizione 2017 del Sei Nazioni. A Murrayfield la squadra del c.t. Vern Cotter ha infatti sconfitto per 27-22 l’Irlanda, una delle favorite per la vittoria finale. Una vittoria costruita grazie a un grande primo tempo e, dopo la rimonta irlandese nel secondo, difesa grazie al piede di Greig Laidlaw. L’avvio di partita è uno choc per gli irlandesi, sorpresi da una partenza strpitosa degli scozzesi, che in 22 minuti segnano due mete con Stuart Hogg: la prima dopo un possesso mantenuto con calma con una serie di pick and go, fino al missile con il quale Finn Russell trova l’estremo per la facile segnatura, la seconda con la palla che dopo una touche arriva al largo per Hogg, che finta un passaggio all’esterno e invece si infila nel buco al suo interno, per la corsa indisturbata sotto i pali. Laidlaw le trasforma entrambe. L’Irlanda si sveglia e al 26′ dopo un possesso lungo 18 fasi, quando apre rischia l’intercetto, ma la fortuna aiuta Keith Earls, che si ritrova la palla fra le mani e la schiaccia alla bandierina. Ma passano appena 3 minuti e da una touche ai 5 metri Fraser Brown serve il centro Alex Dunbar, schierato inaspettatamente fra gli avanti e lasciato libero di ricevere e di schiacciare dopo pochi passi. Laidlaw trasforma ancora per il 21-5. Al 34′ Paddy Jackson accorcia su piazzato e sul 21-8 si va al riposo.

La ripresa si apre con la meta irlandese che riapre il match, firmata dalla seconda linea Iain Henderson, che raccoglie il passaggio di Conor Murray, fermato dagli scozzesi a pochi passi dalla linea. E al 62′ arriva il sorpasso: da una ruck intorno ai 5 metri, Murray estrae velocemente il pallone per Jackson, che si infila nel buco e, pur placcato, riesce a gattonare oltre la linea e a schiacciare. L’apertura le trasforma entrambe e l’Irlanda è avanti 22-21. Al 73′ è però proprio Jackson a rotolare via in ritardo dopo un placcaggio e a regalare a Laidlaw la punizione del controsorpasso. Passano 4 minuti e un placcaggio alto di Tommy Bowe su Dunbar offre un’altra punizione agli scozzesi, ma stavolta il capitano Laidlaw sceglie la touche per mantenere il possesso. La scelta si rivela efficace perché gli scozzesi riescono a conservare il possesso e a guadagnare un’altra punizione, che stavolta Laidlaw decide di calciare per il 27-22 finale. Che regala alla Scozia la prima vittoria nell’edizione 2017 del Sei Nazioni. E l’Irlanda, suo malgrado, chiudendo con soli 5 punti di scarto, entra nella storia lo stesso, conquistando il primo punto di bonus assegnato nel Torneo.