Tre indizi fanno una prova. E il Milan di Montella, arrivato al terzo ko consecutivo (quarto se si considera anche la Coppa Italia) capisce che non è aria. Dopo un girone d’andata ben al di sopra delle proprie possibilità, i rossoneri si ritrovano all’ottavo posto (pur se con una gara in meno). E’ la Sampdoria ad espugnare San Siro grazie a un rigore di Luis Muriel (già castigatore della Roma, domenica scorsa). Milan rimasto addirittura in dieci nel finale per l’espulsione dell’impalpabile Sosa. Senza squilli anche la gara di Lapadula, mentre il portiere Donnarumma ha mostrato buoni riflessi dopo le critiche delle ultime settimane. La Lazio, dopo due sconfitte torna alla vittoria. Clamorosamente: sei gol (a due) realizzati a Pescara, quattro dei quali firmati da Marco Parolo. Per gli abruzzesi, un rigore sbagliato dall’ex romanista Caprari prima del temporaneo pareggio. Attimi di tensione all’esterno dello Stadio Adriatico prima della gara. A pochi minuti dal fischio di inizio, infatti, le tifoserie delle due squadre sono venute a contatto in viale Pindaro, nei pressi dell’impianto di gioco. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno sedato gli scontri senza grandi difficoltà. La partita era considerata ad alto rischio, vista la forte rivalità tra i sostenitori dei due club. L’Atalanta continua a stupire in positivo (2-0 sul Cagliari), il Genoa in negativo (a Marassi vince anche il Sassuolo). Reti bianche a Verona tra Chievo e Udinese, pari con una rete per parte tra Empoli e Torino (per i granata errore dal dischetto di Iago Falque) mentre il Palermo vince lo scontro salvezza con il Crotone grazie a una rete di Nestorovski. I calabresi hanno giocato gli ultimi 20 minuti in inferiorità numerica per l’espulsione di Crisetig

ATALANTA-CAGLIARI 2-0 5′ p.t. 17′ p.t. Gomez (A)

CHIEVO VERONA-UDINESE 0-0

EMPOLI-TORINO 1-1 11′ p.t. Belotti (T), 47′ p.t. Pucciarelli (E)

GENOA-SASSUOLO 0-1 26′ p.t. L. Pellegrini (S)

MILAN-SAMPDORIA 0-1 25′ s.t. Muriel rig. (S)

PALERMO-CROTONE 1-0 27′ p.t. Nestorovski (P)

PESCARA-LAZIO 2-6 10′ p.t., 14′ p.t., 4′ s.t., 33′ s.t. Parolo (L), 29′ p.t. Benali (P), 41′ p.t. Brugman (P), 12′ s.t. Keita (L), 24′ s.t. Immobile (L)