Ragazze insultate, ferocemente picchiate a calci e pugni. E ancora, violentate, minacciate con l’acido e addirittura con una grattugia da cucina. L’inferno per alcune minorenni vittime del maschilismo violento è finito oggi, con l’arresto del giovane orco che abusava di loro. Succede a Nuoro, dove un giovane bruto è finito dietro le sbarre con l’accusa di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti. Scarsissimi per ora i particolari della truce vicenda, che purtroppo assomiglia alle molte, troppe violenze di genere che le donne subiscono, spesso nel silenzio generale. A ricostruire le angherie dell’uomo nei confronti delle ragazze sono stati gli agenti della Squadra mobile, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia in carcere emessa dal gip di Nuoro su richiesta del pm Giorgio Bocciarelli.

L’operazione, molto delicata anche per l’età delle vittime, ha visto in campo assieme ai militari anche i Servizi sociali del capoluogo che hanno lavorato in team con l’obiettivo di porre fine alle violenze e per tutelare le vittime. Per evitare la loro identificazione non è stato diffuso nemmeno il nome dell’aguzzino.