Il fotografo turco Burhan Ozbilici, dell’agenzia Associated Press, ha vinto il World Press Photo (Wpp), il riconoscimento più importante del mondo per la fotografia. La foto vincitrice del premio mostra Mevlüt Mert Altıntaş, un agente fuori servizio 22enne con la pistola in mano e il braccio sinistro alzato subito dopo aver ucciso l’ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, il 19 dicembre 2016 ad Ankara a una mostra d’arte. Osbilici, che da 28 anni lavora per l’agenzia Associated Press, si trovava all’inaugurazione della mostra a cui era intervenuto l’ambasciatore ed era riuscito a immortalare l’omicidio. In particolare, l’immagine premiata è quella che ha fatto il giro del mondo: il killer, è in piedi con la pistola nella mano destra puntata a terra e la sinistra alzata ad indicare il cielo. Il corpo dell’ambasciatore, crivellato di colpi, è a terra davanti a lui.

La giuria della 60esima edizione ha esaminato 80.408 fotografie realizzate da 5034 fotografi provenienti da 125 diversi Paesi.