Omicidio, nel pomeriggio, nel palermitano. Un delitto maturato tra le mura domestiche. Giuseppe Alù, 41 anni, è stato ucciso, secondo i primi accertamenti, dal padre Antonino, di 61 anni, che ora è indagato per omicidio. L’uomo è stato strangolato con una corda al termine di una lite familiare questo pomeriggio ad Alimena. La rissa sarebbe scoppiata per motivi di natura economica. Giuseppe Alù, la vittima, si trovava agli arresti domiciliari perché coinvolto in un’indagine sullo spaccio di droga nelle Madonie. Oggi, alla fine dell’ennesima discussione, il padre avrebbe preso una corda e, secondo gli investigatori, l’avrebbe stretta al collo del figlio uccidendolo. Le indagini sull’omicidio sono condotte dai carabinieri gruppo di Monreale e coordinate dalla Procura di Termini Imerese.