Una bambina di 8 anni è morta sotto gli occhi del padre e del fratello nel crollo di una parte di pilastro in pietra e cemento. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio nelle vicinanze di villa Malpenga sulla collina tra Ronco e Vigliano, una delle dimore storiche più prestigiose del Biellese e palcoscenico di mostre e rassegne. Erano le 17 quando Giulia Gravellu, in compagnia del papà Massimo, custode della villa e del fratello più grande, stava giocando in prossimità del grande parco che circonda la proprietà e altre abitazioni e terreni. Cosa sia accaduto di preciso è ancora al vaglio delle forze dell’ordine e della procura, che sul drammatico incidente ha aperto un’inchiesta. Secondo le prime testimonianze, la piccola si sarebbe aggrappata ad una parte della recinzione, oppure sarebbe caduta colpendo una struttura in pietra e cemento. Non è nemmeno esclusa l’ipotesi di un cedimento spontaneo: pare che nella zona, conosciuta come il «meleto», fossero in corso dei lavori di ristrutturazione.

Il papà Massimo ha subito chiesto l’intervento del 118. Ma una volta trasportata in ospedale, la bambina è deceduta.