Una giornalista con più di vent’anni di esperienza. Una narratrice dapprima di cronaca, poi di sport, ora di spettacolo. Una delle cofondatrici di Metro, il primo freepaper italiano nato nel 2000. E da due anni, una scrittrice. E’ Orietta Cicchinelli, giunta al suo secondo libro. Il primo, La madre, racconto breve edito da Ned e distribuito da Arion raggiunse le oltre mille copie, rendendo necessaria una ristampa. E di questi tempi, dove ci sono moltissimi scrittori ma pochi lettori (parola dell’autrice ma non solo sua…) è un dato da non sottovalutare. Nelle librerie è in vendita il suo primo romanzo. Hijo de Puta – La parabola di un legionario (MGC Edizioni) è la storia di un ex combattente della Legione Spagnola, di nome Giovanni, nato nel Natale del 1948, conosciuto dalla Cicchinelli alla mensa della Caritas di Roma, presentatole da Tony Lupetti, che poi è anche il vero responsabile del libro. Giovanni è un personaggio affascinante, dalla storia incredibile. La scrittrice non solo ha raccolto le sue vicende trascrivendole, secondo la sua sensibilità, ma ha anche aggiunto quel tocco femminile che in un libro con un uomo protagonista non guasta mai. La solitudine, gli amori, la paura, poiché durante il nostro viaggio in questo mondo, capita di imbatterci in uomini per bene, ladroni, santi, madri e prostitute, tutte facce di una stessa medaglia. Dopo numerose presentazioni (dal Caffè Letterario dell’architetto Vincenzo Pultrone alla galleria d’arte SpazioCima curata da Roberta Cima, passando per il Festival dei due Mondi di Spoleto, MondoFitness e una serata tutta al femminile con le musiciste Diana Tejera e Vanessa Cremaschi) Hijo de Puta approda, questo giovedì pomeriggio in un’altra location suggestiva. Le avventure dell’ex legionario Giovanni tra lotte, passioni, amori, vittorie e sconfitte sbarcano nel salone di Franco & Cristiano Russo. L’appuntamento è in via Frattina 99 per un insolito pomeriggio, tra un pasticcino e una tazza di the… Il titolo? L’arte incontra l’arte. Quella della narrazione e quella dello stile. Sempre à la page by Russo Parrucchieri che omaggeranno le clienti e gli ospiti presenti all’evento. L’incontro verrà moderato dalla giornalista Barbara Molinario. Appuntamento a giovedì quindi, dove ancora una volta, tra le mille sorprese, ci sarà l’occasione per acquistare una copia del libro la cui copertina è curata da  Massimo Rotundo fondatore fra le altre cose, della Scuola Romana dei Fumetti.

L’arte incontra l’arte

Via Frattina 99, Roma. Presso Franco e Cristiano Russo, Giovedì 23 febbraio dalle 16:30 alle ore 19:00.