Roma, i tassisti assediano via Nomentana (immagine della manifestazione di ieri)

I taxi tornano in servizio dopo sei giorni di proteste culminate ieri in scontri di piazza con cariche e fermi. Le auto bianche hanno raggiunto un’intesa con il governo che tira dritto sull’emendamento Lanzillotta (quello che favorirebbe la crescita di Uber) ma promette di dare nuove regole al settore e contro l’abusivismo entro un mese. Mattinata di disagi a Roma per uno sciopero di 4 ore dei mezzi pubblici. L’astensione dal lavoro, dalle 8.30 alle 12.30, è stata indetta dalla sigla sindacale Faisa Confail. E’ rimasta chiusa la Metro A, mentre la metro B ha subito una riduzione di corse. Regolare la metro C. Roma Lido attiva con riduzioni di corse, così come la linea Termini-Centocelle. Regolare la Roma-Viterbo. Cancellazioni di linee e sospensioni di corse per quanto riguarda i bus. Varchi delle Ztl diurne del Centro storico e di Trastevere non attivi.

Ma non è finita, per venerdì le conseguenze saranno pesanti per i tanti pendolari della Capitale visto che a fermarsi sarà il Cotral. Le organizzazioni sindacali Fit Cgil, Faisa Cisal, Ugl, Sul Ct e Cambia – Menti M410 hanno indetto uno sciopero di 24 ore. Il Cotral ha preannunciato che «le fasce di garanzia saranno rispettate», ma che «il servizio di trasporto extraurbano potrà subire disagi e/o soppressioni».

Intanto è ripreso regolarmente a Milano il servizio dei taxi dopo le proteste dei giorni scorsi. Le auto bianche sono quindi tornate al lavoro mentre durante quelle che hanno definito «assemblee spontanee» venivano trasportate solo persone in difficoltà. L’altro ieri i tassisti milanesi, in alcune centinaia, erano sfilati in corteo dalla Stazione Centrale fino a palazzo Marino, sede del Comune. Pietro Gagliardi, delegato dell’Unione artigiani di Milano per i taxi, ha spiegato che il servizio è ripreso ieri sera e stamani è al completo. Lunedì vi sarà la prima riunione del tavolo tecnico sulle leggi delega e sul provvedimento per la concorrenza e il lavoro durerà cinque settimane.