Un super Nainggolan, autore di una prova sontuosa oltre che di due reti fondamentali (e sono 9 in campionato per lui) porta la Roma ad accendere le luci a San Siro. Un Inter quasi mai in partita, letteralmente annientata dalla potenza fisica e psicologica di una Roma quasi imbarazzante per quanto bella. Tre a uno, con sigillo finale di Diego Perotti dal dischetto dopo l’1-2 firmato da Icardi, in una delle poche disattenzioni difensive dei giallorossi. Nel finale gloria anche per  Szczesny, autore di un intervento prodigioso. Così la Roma si è confermata seconda in classifica con un ritardo di sette punti rispetto alla Juventus, capolista. Sesta è l’Inter, a due lunghezze dalla Lazio, quinta.

Tensione fuori da San Siro tra le due tifoserie, un’ora e mezzo prima del fischio d’inizio della partita. Cori, lancio di numerosi lacrimogeni e petardi all’altezza della Curva Sud. I disordini sono durati qualche minuto e hanno coinvolto una cinquantina di ultras dell’Inter che hanno cercato lo scontro con alcuni tifosi della Roma poco fuori lo stadio. La massiccia presenza delle forze dell’ordine ha comunque permesso l’immediato ritorno alla normalità.