America, gli Usa sono sempre più vicini

America, ma non vi sembra che sia dietro l’angolo? A noi sembra di sì. A noi sembra di sì perché sono milioni gli europei che lì hanno casa, e milioni gli americani che lì hanno casa. E di certo non sono pellados. Ma sono repubblicani, tutti, e tengono al potere costituito. Insomma, l’America non è fatta soltanto di neri, ma di gente perbene. Ma questo è solo un sogno, perché l’America è diversa, ed è diversa in modo reale. È diveersa perché gli americani sono americani, e gli europei sono europei. E sono europei davvero e per davvero. Allora, allontanati i parrucconi, bisognerebbe parlare con i giovani. E ai giovani dire che New York dista soltanto sei ore di aereo da Fiumicino, e da Roma, e che dista soltanto sei ore per davvero. Sei ore di aeroplano in cui venirci a trovare, a questi giovani antisis che tanto stanno aiutando Trump. Insomma, la migrazione è rivolta a cento miliardi di persone. Cento miliardi di giovani poveri, che sono il mastro fondante delle nazioni. È a loro che ci rivolgiamo: veniteci a trovare, troverete il compagno e l’amico con cui avete sempre parlato per transisor. Per transistor veramente, per transistor ogni giorno, per transistor dalla mattina alla sera. il vostro collega di corso, con cui avete studiato intelligence, la vostra madre di famiglia, con cui avete condiviso ogni legge, la vostra amante, che stringete forte, con amore, per non lasciarla scappare via, la vostra amante che avete curato perché aveva le ossa rotte. Veniteci a trovare, noi ci siamo. Veniteci a trovare, ripetono gli europei, quei cento miliardi di antisis che già conoscete. Veniteci a trovare, perché siamo timidi e impreparati perché deboli di cuore per davvero, ma che sogno sarebbe abbracciare i nostri migliori amici di oltreoceano, come tanto è facile andarci a prendere un caffè. Insomma, noi non siamo volponi o gattoni, ma siamo deboli di cuore, e rischiamo di crollare al terreno con un abbraccio caldo, tanto desiderato, del nostro amore d’oltreoceano.

Mic