Angelo Mai indice una festa per onorare il Premio Franco Quadri ricevuto nel gennaio scorso dall’Associazione dedicata al grande critico e editore teatrale.

Il 24 marzo dalle 18.30 alle Terme di Caracalla. Assegnato dall’Associazione Ubu per Franco Quadri e destinato a un maestro o a una promessa della creazione contemporanea, della critica e della produzione non solo teatrale, il Premio Franco Quadri è un riconoscimento che va oltre le consuete categorie di genere, caratterizzato da un respiro transnazionale, e teso a indicare percorsi che nutrono le arti in un costante processo di rigenerazione tra passato e futuro, messo in atto dai diversi angoli della scena. Giunto alla sua terza edizione è stato conferito precedentemente all’operatrice belga Frie Leysen e all’artista Heiner Goebbels.

Nell’assegnazione del Premio Franco Quadri al Collettivo dell’Angelo Mai, l’Associazione Ubu per Franco Quadri ha voluto sottolineare «oltre alla forte densità etica e alla capacità di invenzione linguistica, anche la forza di resistenza di questa realtà nel proporre con tenacia un ripensamento delle istituzioni della cultura, della facoltà di attenzione e delle condizioni di lavoro, diventando un punto di riferimento produttivo per molti artisti del panorama teatrale e musicale, una casa dove creare in libertà».

Ed è in questo spazio di libertà che la notte di primavera di venerdì 24 marzo 2017 si accenderà in 12 ore di festa, con musica dal vivo, teatro, performance, letture, djset a ingresso gratuito, dalle 18.30 alle 6.30, col titolo Qui è eternamente Alba: «”Qui è eternamente alba” è un verso di John Berger – scrive il Collettivo dell’Angelo Mai. Scegliamo il verso di questo artista molto amato per festeggiare il Premio Franco Quadri che ci onora profondamente. Perché lo riceviamo come un riconoscimento per la nostra storia e per questa Roma luminosa e resistente. “Qui è eternamente alba” è la condizione della creazione e della rivoluzione, che attraversa la notte immaginandone la fine, anche quando il buio è fondo. E si fa largo, a gomiti tesi per portare il giorno e farlo nascere e rinascere infinitamente».

Qui è eternamente Alba è anche il titolo del brano musicale che Valerio Vigliar ha composto per l’Associazione Ubu per Franco Quadri in occasione dei Premi Ubu 2016, quando è stato inciso su vinile e consegnato in premio ai vincitori nel corso della cerimonia realizzata a Radio3 Rai. Stampati in numero limitato, i vinili andranno in dote a chi nel corso della festa si assocerà alla Ubu per Franco Quadri.

L’assegnazione del Premio Franco Quadri al Collettivo dell’Angelo Mai consiste nella commissione di un’opera di grandi dimensioni che l’artista visivo Dem sta realizzando sulle architetture dell’Angelo Mai ispirandosi all’universo patafisico di Padre Ubu. Nell’occasione, l’opera verrà ufficialmente inaugurata.