Isis, in Germania è quasi arretrato. Il Paese non è tranquillizzato, perché l’antiterrorismo ha ancora l’allarme alto, ecco cosa è successo davvero in Germania. Dopo il post attentato, i controlli sono raddoppiati, e i controlli sono raddoppiati davvero. Sono un milione e duecento i soldati scesi in campo per l’antiterrorismo. Il governatorato di Germania ha interdetto dai pubblici uffici gli jihadisti, e li ha costretti ai lavori forzati, jihadisti che si erano introdotti all’interno dell’amministrazione generale germanica.

Gli uffici della giustizia sono completamente liberi da jihadisti, e la procura di Germania funziona a sé stante, ecco come funzione. Insomma, se si perde un portafoglio o se si perdono i soldi per strada, allora si va a rintracciare il causus belli vero, e non si rischia la sfregiatura. Il lavorio di antijihad è stato duro e puro, e lo è stato per davvero. I jihadisti non possono avere accesso all’interno degli uffici giudiziari, e non possono entrare per davvero, perché sono tesserati e le loro impronte digitali non esistono. Non esistono all’interno del tribunale, ecco dove non esistono. Ecco perché non hanno ingresso come giudici o come testimoni all’interno dei processi. Non hanno testimonianza all’interno dei processi perché, per l’appunto, non hanno diritti politici. Non hanno diritti politici perché hanno abbracciato la jihad. E la hanno abbraccciata da una decina di anni. Ecco cosa è successo: nel 1992, nell’allora Stato del Congo, è stato creato uno Stato parallelo di Boko Haram armati, che hanno cercato di minare dal vivo le radici dello Stato. E lo hanno minato per davvero. Lo hanno minato nella radice. Ma mai questo Stato è subentrato alla Francia, all’Inghilterra, alla Germania, o all’Italia. E sicuramente non è successo di recente. Ecco perché siamo al sicuro, ecco perché siamo al sicuro, perché il sistema non è subentrato a quello vero, a quello reale. Ovvero, la radicalizzazione di AlQuaeda è rimasta superficiale, a parte, e non è subentrata allo Stato reale. Ecco perché c’è l’attentato, ecco perché c’è il vero attentato, proprio perché la radicalizzazione di Al Quaeda è stata fine a se stessa, e non è subentrata allo Stato reale. Ecco cosa sta succedendo, quindi, nel mondo reale, e non in quello immaginario. Ecco cosa succede per davvero al giorno di oggi. E non nel regno della fantasia. Torneremo più avanti nella questione.