Si riparte da Firenze per la sesta tappa di Italia’s Got Talent, in onda venerdì 31 marzo alle ore 21.15 su TV8 (al tasto 8 del telecomando). Nella culla del Rinascimento Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Frank Matano e Nina Zilli “faranno le pulci” ai tantissimi performer che porteranno con coraggio il proprio talento sul palco del Teatro dell’Opera del capoluogo toscano.
Nina Zilli sarà l’osservato speciale della puntata; dopo l’inedita doppia assegnazione di Bisio e Matano della scorsa puntata, la cantante emiliana è l’unica infatti al banco dei giudici a non aver ancor assegnato il Golden Buzzer e chissà che Firenze con il suo fascino e la sua cultura non riesca a far breccia nel suo cuore.
Si parte proprio con un’esibizione di un coro gospel fiorentino doc che sulle note di “Lo porti un bacione a Firenze” scalderà subito l’atmosfera in sala. Sul versante atletico pochi dubbi sul talento di una crew di atleti calisthenics che con i loro fisici scultorei lasceranno davvero senza parole sia Nina che Luciana.
Anche la tecnologia avrà il suo peso specifico in questa puntata con numeri che uniranno l’elettronica all’espressione corporea, con performance insolite che divideranno i giudici.
E poi ancora un susseguirsi di talentuosi cantanti, ballerini, circensi e amabili cialtroni provenienti da tutt’Italia, pronti a tutto pur di ottenere il passaggio alla semifinale.
Dal backstage Lodovica Comello seguirà con viva partecipazione le esibizioni facendo il tifo per tutti e aspettando con ansia che anche l’ultimo Golden Buzzer venga assegnato.
Italia’s Got Talent prodotto da FremantleMedia Italia è un programma di Valdo Gamberutti, Nicola de Feo, Marco Terenzi, Giovanni Todescan. Scritto con Arrigo Benedetti, Alessandro Caroni, Chiara Guerra, Michela Morano, Germana Renzi, Gabriela Ventura. Diretto da Cristiano D’Alisera, Sara Ristori.
Media partner del programma è Radio Italia, tra i principali network radiofonici nazionali, che accompagna lo show dalle Audizioni sino alla finale live, con appuntamenti on air e su radioitalia.it.