Giornate conclusive per l’IRISH FILM FESTA, il festival interamente dedicato al cinema irlandese che fra domani (1 aprile) e domenica (2 aprile) chiude la sua decima edizione alla Casa del Cinema di Roma. Appuntamento centrale delle due giornate l’arrivo di Jim Sheridan e l’omaggio a lui dedicato con la proiezione di The Boxer e The Secret Scripture (in sala dal 6 aprile distribuito da Lucky Red).

Sabato 1 aprile il programma si apre alle 16 in Sala Deluxe con la proiezione di In View film drammatico per la regia di Ciarán Creagh che vede come protagonista Caoilfhionn Dunne (nel cast della serie Love/Hate), entrambi ospiti del festival, insieme a un ottimo cast di noti attori irlandesi quali Stuart Graham, Gerry McSorley – anche lui ospite del festival – e Maria McDermottroe. E’ la storia di Ruth un’agente di polizia che, incapace di elaborare il lutto per la perdita del figlio e del marito, sta smarrendo anche se stessa. Il suo senso di colpa è insopprimibile, e la spinge ad affrontare gli errori del passato in cerca di redenzione. A seguire Q&A con il regista Ciaran Creagh e gli attori Caoilfhionn Dunne e Gerard McSorley.

Si prosegue alle 18.15 con l’arrivo del grande regista di Dublino Jim Sheridan, che sarà per la prima volta ospite al festival per un incontro col pubblico. Di Sheridan, tre nomination agli Oscar (per la regia di Il mio piede sinistro e Nel nome del padre, e per la sceneggiatura di In America), saranno proposti per la sezione Irish Classic The Boxer (1997) film d’apertura della 48esima Berlinale con protagonista l’attore inglese naturalizzato irlandese Daniel Day-Lewis; e il film più recente, Il segreto (The Secret Scripture), tratto dal romanzo omonimo di Sebastian Barry. Interpretato da Rooney Mara, Eric Bana, Vanessa Redgrave e Adrian Dunbar, Il segreto, già presentato alla scorsa Festa del Cinema di Roma, uscirà nelle sale italiane il 6 aprile distribuito da Lucky Red. Fa parte dell’omaggio a Sheridan anche The Carpenter and His Clumsy Wife, di cui il regista è la voce narrante.

Domenica 2 aprile, l’ultima giornata del festival si apre alle 16 sempre in Sala Deluxe con la proiezione di due cortometraggi in concorso. Si parte con il biopic Two Angry Men un corto che vede il noto attore irlandese Adrian Dunbar, anche lui già passato all’IFF, nei panni del drammaturgo nordirlandese Sam Thompson, e l’esordiente Michael Shea in quelli del regista teatrale James Ellis. Dirige il figlio di Ellis, Toto. A seguire incontro con Toto Ellis.

Si prosegue con il mockumentary Starz dove Gerard McSorley (The Constant Gardener, Veronica Guerin), offre una straordinaria performance e il cui co-regista, Martin McCann, è lui stesso un attore (lo abbiamo visto l’anno scorso in The Survivalist di Stephen Fingleton). A seguire intervengono il regista/attore Martin McCann e il protagonista Gerard McSorley.

Alle 18.30 arriva il miglior film irlandese del Galway Film Fleadh 2016, The Young Offenders di Peter Foott. Ispirato alla cronaca di un sequestro di cocaina per 440 milioni di euro al largo delle coste di Cork nel 2007, il film vede come protagonisti due ragazzi della zona, Conor e Jock, intraprendere un viaggio di 160 chilometri su due biciclette rubate nella speranza di trovare una balla di cocaina che a quanto pare è sfuggita alle forze dell’ordine. Una commedia dal ritmo frenetico, che in patria ha letteralmente spopolato. L’autore e regista Peter Foott sarà al festival e per l’occasione verrà proiettato anche il suo cortometraggio The Carpenter and His Clumsy Wife, menzione speciale alla Mostra di Venezia 2004 con Jim Sheridan voce narrante.
Alle 21:15 gli IFF SHORTS AWARDS ovvero la premiazione dei cortometraggi vincitori del concorso riservato ai lavori di produzione o co-produzione irlandese, e che quest’anno ha presentato quindici opere che spaziavano tra vari generi e tecniche di realizzazione.

A seguire Il film di chiusura della X edizione di Irish Film Festa, Traders, un film di Rachael Moriarty e Peter Murphy che vede come protagonisti Killian Scott (Love/Hate) e John Bradley (Game of Thrones) e in ruoli minori ma significativi Barry Keoghan e Caoilfhionn Dunne. La storia ruota attorno all’idea di un piano diabolico scoperto sul deep web: due sconosciuti svuotano i loro conti bancari, vendono i loro beni, e mettono il loro intero patrimonio in contanti in una borsa sportiva verde. Poi si recano in una località solitaria per battersi fino alla morte. Il vincitore seppellisce il perdente e si allontana due volte più ricco.
IRISH FILM FESTA, creato e diretto da Susanna Pellis, è prodotto dall’associazione culturale Archimedia ed è realizzato in collaborazione con Irish Film Institute; con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese; e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia.