Stazione Ferroviaria di P. Nuova su Corso Vittorio Emanuele

Torino, ore 8.30. arriva una notizia dalla stazione per la quale è esplosa una bomba vicino a un cestino. È esplosa e nessuno si è avvicinato per spegnerla. Nessuno, ha detto la signora al telefono. Nessuno che abbia fatto niente. Nessuno che si sia avvicinato in qualità di artificiere. E la sua vista è compromessa. F., si chiama, questa persona, e F. è il nome di questa persona, appunto, ed era spaventatissima, dagli scoppi di Torino. Torino che è una città sotto controllo per davvero, una città sotto controllo che rischia di perdere il tempo se non va a tempo, e perdonate il gioco di parole, con il passo con i tempi.

Al passo con i tempi, si sta dicendo. Al passo con i tempi ci si va perché si “è” al passo con i tempi. Si è al passo con i tempi perché i tempi sono stretti. Un carabiniere, però, a quella bomba si è avvicinato. Ed è una virtus romana senza precedenti. “Insomma, noi ci siamo, sembra dire l’arma”. Ed è strano per tutti, vivere veramente in mezzo alla gente. Vivere veramente in mezzo alla gente che cammina, che ride, che lavora. E si è avvicinato alla Stazione San Pietro, la più affollata di Torino. La più affollata di Torino che è vicina al Centro e a tutte le comodità cittadine.

A tutte le comodità cittadine delle più importanti. Ferri, stazioni, treni, aerei. Si è avvicinato, dicevamo, a quel cestino, e ha trovato una B-54 piazzata dentro. Tutta montata e tutta arzicocolata. Notte e giorno a pensare alla bomba. Ci ha messo sopra una bomboletta di colla e la bomba si è fermata. Ma evacuava odore strano e puzzolente per tutta la giornata. È un artificiere, questo carabiniere, ed è il capo dei carabinieri di Torino e del Piemonte. E dal Piemonte si hanno notizie abbastanza rassicuranti. Abbastanza rassicuranti perché sembra che sia il medioriente, per la sua calma e la sua nefandezza. Per la sua nefandezza si intende la sua calma piaciosa, la sua calma piacente. Il filo della bomba, portava a una bomba più grossa, più grossa  per davvero, una bomba che infligge tutte le altre per la sua pesantezza. Cento chili di bomba sotterranea. Cento chili che, sembra, siano stati piazzati in tutte le città. Gli artificieri ci stanno ancora lavorando in queste ore.