Di solito, quando mi alzo al mattino, il mio secondo mi riporta le notizie di quello che è avvenuto il giorno prima. Di quello che è realmente avvenuto il giorno prima, o durante la notte, per capire veramente cosa è successo e cosa non è successo. Allora, stamattina erano tutti orecchie a pensare al cannibale-gigante di Inghilterra che, sembra, prima di mangiare fosse anoressico, addirittura. C’è una mia amica, in Italia, che di solito si interessa di casi alla Dylan Dog. Ecco di cosa si interessa, di casi alla Dylan Dog che interessano tutto il mondo, e ci si impiglia veramente, nelle trame del mistero. Ora il caso è passato in Germania, perché è passato veramente in Germania, visto che l’Inghilterra ci ha chiesto aiuto, e ci stanno chiedendo tutti cosa ne sarà del cannibale. Insomma, vogliono sapere la sua sorte quale sarà, dalla corte di Oppenheim, che giudica come Strasburgo. La mattina mi sono svegliato di buzzo buono, e sono andato alla Corte, che è un locale qui vicino, a mangiare. A mangiare roba buona. Roba buona per davvero, che mi è costata cara, 15 dollari per un frutto, una verdura, delle uova del bacon e del Rosberry, e un buon caffè. Insomma, ho fatto colazione alla tedesca. Ecco cosa ho fatto. Ho fatto colazione alla tedesca per reggere fino alle 15, quando rimangerò di nuovo per farmi bello. Rimangerò di nuovo per pormi di nuovo il dubbio di come fare a reggere tutta questa bellezza e “frizzanteria” che la Germania mi ha innestato. E mi ha innestato per davvero. Mi ha innestato come si innesta un bel fiore, un bel fiore tedesco. E mi sono accorto di una passante, che non è la mia amica, concussa per 500 mila euro per fare la prosituta di quartiere, e per farla in un ambiente consono come quello di un paesino italiano, di cui non voglio rivelare il nome. 500 mila euro in armi per prostituirsi di fronte alla gente e denigrare, così ha iniziato stamattina, il nostro sito. Il nostro sito che davvero ci riguarda, perché ci stiamo scrivendo. E ci stiamo scrivendo in tutti i modi possibili e immaginabili, ecco perché ci stiamo scrivendo, perché la nostra direttrice ci richiede molti articoli e presto farà scrivere giovani su giovani, pagandoli, sul nostro all news. Ecco cosa aspettiamo, che la gioventù dica la sua, che la gioventù tutta dica la sua al mondo e alla gente perbene.