Editoriale del giorno, se hai tanti figli come stai la mattina? La mattina si sta benissimo, si sta benissimo veramente, e si sta bene fino a notte fonda. Non si vede l’ora di fare colazione insieme, e di stare un po’ bene insieme. Insomma, si vive insieme ogni giorno. E si vive in simpatia. Ma partiamo dall’inizio: la sveglia suona alle 6.30 e, di solito, la più grande compra le fette biscottate e il latte al bar fresco fresco di giornata, con i soldoni presi dal dindarolo, che hanno tutti. I bimbi si educano da soli, perché vivono in un ambiente sereno e pieno di cartoni animati. Per aggiustare le caverete ci ho messo un mese, e nel mese abbiamo dormito tutti per terra in sacchi a pelo bambino, a forma di elefante, con altre copertine e i termisifoni accesi. Non si esce poco, perché io sono sempre a zonzo e mi porto la mascotte dietro per rendermi la giornata più piacevole. Hanno tutti la tenutina dell’antiterrorismo, visto che il papà vi appartiene. Si mangia frutta tutto il giorno, perché ho fatto una bambina mangiafrutta, che ha insegnato a tutti a mangiare la frutta una per una, e per intero. Questo è il mio racconto di oggi. La verdura è abolita, perché noi mangiamo soltanto carne argentina di prima qualità, tagliata fine. E ci divertiamo a fare il barbecue al terrazzo dove i bambini possono fare la passeggiatina quotidiana. Non vogliono mai uscire perché hanno mille cose da ideare, e mille cose da inventare: giornali, libri Disney, Topolini, pupazzi e giochi. Ecco quindi che succede: che le loro idee sanno superando il mondo, ecco cosa sta succedendo, ecco perché sono le mie mascotte. Ecco perché le amo.
Inviato da iPhone