Torino: controllo del territorio. Fermato un cittadino senegalese per droga

Ha cercato in tutti i modi di fuggire dopo essere stato pizzicato con dello stupefacente in auto. Moustapha, senegalese, 22 anni, è stato fermato, in orario notturno, per un controllo in prossimità della rotonda di via Artom; è apparso subito nervoso agli operatori di Polizia, seppur regolare sul territorio nazionale e con i documenti in regola. Gli agenti, pertanto, procedevano alla perquisizione dell’auto, rinvenendo sotto il sedile lato passeggero 2 involucri di plastica di considerevoli dimensioni. All’interno di essi vi erano 250 grammi di cocaina. L’uomo tentava di fuggire scendendo repentinamente dall’auto ma ,nonostante abbia ferito uno dei poliziotti ad un caviglia, è stato fermato ed arrestato.

Parco del Valentino: finge di aspettare il tram, in realtà è uno spacciatore

Non hanno creduto alla sua versione; i poliziotti della Squadra Volante, consapevoli che molto spesso lo spaccio delle sostanze stupefacenti all’interno del Parco del Valentino è veicolato da soggetti di nazionalità straniera che fingono di passeggiare o di aspettare i mezzi pubblici, per poi passare le dosi agli acquirenti, hanno osservato attentamente i movimenti dell’uomo. Lamin, un cittadino gambiano di 25 anni, dopo aver scavalcato la recinzione che divide i vialetto pedonale di Corso Massimo d’Azeglio dalla sede tranviaria, si abbassava fra i cespugli di una siepe e, dopo aver scavato, nascondeva qualcosa, per poi tornare a sedersi sulla panchina. Gli agenti, dunque, lo fermavano e questi, trovato in possesso di una dose di marijuana, dichiarava di detenerla a mero scopo personale. Gli operatori, però, controllavano il punto in cui poco prima lo avevano visto scavare, rinvenendo sotto terra 4 sacchetti di nylon, contenenti 50 grammi di cocaina. Il soggetto, di origine gambiana, irregolare sul territorio nazionale e con un decreto di espulsione a proprio carico, è stato tratto in arresto per violazione della Legge sugli stupefacenti.

Barriera Milano: controllate circa 30 persone e 3 locali commerciali
Nel pomeriggio del 27 aprile è stato effettuato un controllo straordinario del territorio dagli agenti del Commissariato “Barriera Milano” coadiuvati da personale del Reparto Prevenzione Crimine e dei Cinofili. Sono state identificate circa 30 persone di cui molteplici cittadini stranieri. Sette soggetti, irregolari sul territorio nazionale, sono stati messi a disposizione degli Uffici Immigrazione della Questura di Torino. Successivamente alle indagini quattro cittadini, di cui tre nigeriani e un albanese, sono stati espulsi dal territorio dello Stato. Inoltre i poliziotti hanno verificato tre locali commerciali. In via Palestina e in via Scarlatti gli agenti hanno sequestrato sostanza stupefacente a carico di ignoti. Nel primo caso la marijuana è stata rinvenuta nel corridoio del locale cantine, mentre nel secondo caso è stata trovata all’interno di un cestino dei rifiuti.

Torino: si finge in stato interessante e aggredisce i poliziotti. Arrestata dalla Polizia

Si è precipitata a casa dell’ex compagno. La donna, una cittadina nigeriana di 23 anni, ha finto di essere in attesa di un bambino e ha chiesto al suo ex fidanzato 500 euro per i propri fabbisogni. Dopo la richiesta, al rifiuto dell’uomo, la donna è andata in escandescenza e ne è scaturita una lite animata. Il ragazzo, un cittadino straniero, regolare sul territorio dello Stato, ha chiesto immediatamente l’intervento della Polizia. Alla vista dei poliziotti la donna ha accusato diversi malori inscenando perdite di sensi palesemente false, ciò nonostante gli agenti hanno chiesto l’intervento del personale del 118. Dai successivi controlli medici è emerso che la ventitreenne non era in stato interessante. Negli uffici della Questura la donna ha più volte strattonato gli operatori, dimenandosi, scalciando, urlando e colpendo al viso un poliziotto. Gli agenti del Commissariato “Barriera Milano” hanno arrestato la donna per i reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.