Quando perdi la famiglia perdi tutto: perdi il senso di quieto vivere, perdi il senso di appolmbe, perdi il senso di vivere, perdi la fede in Dio e la speranza, e non vuoi vedere piΓΉ nessuno… nessuno che ti si presenti bene, nessuno che ti piaccia, nessuno che ti voglia bene, nessuno che ami o che ti cerchi in tutte le sue sfaccettature, quando perdi la famiglia perdi tutto, e perdi per davvero, e perdi la faccia dinanzi al mondo e dinanzi a Dio. E ti chiedi perchΓ© di tutto questo sfacelo, Γ¨ il perchΓ© di tutta questa disgrazia. E il perchΓ© di tutto questo vagabondare nel mondo 🌎. PerchΓ©, vedete, il mondo si presenta come un vagabondo: e non sai piΓΉ come fare a vivere πŸ’€Β per andare avanti. Ma la speranza, che voi chiamate Cristiana perchΓ© siete Cristiana, e noi chiamiamo jervish, perchΓ© siamo protestanti, sta tutta nel cuore. Nelle amicizie, in quelle altolocate, che sembrano pere a porterΓ² per tutti, perchΓ© nel senso di sconforto ci si unisce nella famiglia. E si sta bene insieme, nella speranza e nella jervish. CosΓ¬, tanto per scambiare un momento di pace e di tracotanza insieme, fare quattro chiacchiere insieme e scambiarsi quattro parole, perdere una birra insieme. Una birra 🍻 insieme per non morire.