Roma, Arrestato un romeno che aveva applicato uno skimmer a un bancomat
Ieri mattina al termine di una mirata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino romeno di 33 anni, disoccupato e senza fissa dimora, con precedenti, che aveva applicato alcuni dispositivi elettronici su di uno sportello bancomat in via Vittorio Veneto, per clonare bancomat e carte di credito. Sullo sportello bancomat i militari avevano precedentemente individuato una manomissione. Lo straniero aveva infatti applicato uno skimmer, usato per catturare e archiviare i codici contenuti nella banda magnetica delle carte di pagamento e una telecamera per carpire il pin digitato sulla tastiera.I Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, ormai specializzati nel contrasto a questo tipo di reato, hanno effettuato un servizio di osservazione a distanza, durato un giorno intero, fino a quando, in mattinata lo straniero si è avvicinato con fare sospetto per ritirare le apparecchiature posizionate precedentemente. Al momento dell’intervento dei militari l’uomo ha cercato di darsi alla fuga colpendoli con calci e spintoni, ma è stato immobilizzato. Una volta ammanettato è stato accompagnato in caserma e trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo, mentre la sofisticata attrezzatura è stata sequestrata.

Roma, Minaccia un uomo per farsi consegnare denaro: arrestato un 46enne

Ha inseguito un passante tra i vicoli di Trastevere e lo ha minacciato di morte per farsi consegnare soldi. In manette è finito un 46enne romano, senza fissa dimora, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere con l’accusa di tentata estorsione. E’ accaduto la scorsa mattina in via dell’Arco di San Calisto, dove la vittima, un 64enne della zona, sentendosi braccato da quell’uomo che lo aveva inseguito e minacciato insistentemente, si è rifugiato all’interno di un condominio da dove ha contattato il 112 e chiesto aiuto ai Carabinieri. Intervenuti rapidamente, i militari hanno tranquillizzato il 64enne e bloccato, poco distante, il malvivente, già noto per i suoi precedenti e per la sua assidua presenza nello storico quartiere. Anche grazie alla testimonianza di alcuni passanti che hanno notato la scena, i Carabinieri hanno subito ricostruito l’accaduto e successivamente ammanettato l’uomo. A seguito del rito direttissimo presso il Tribunale di Roma, dove è stato convalidato l’arresto, il 46enne è stato portato in carcere a Regina Coeli, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Roma, più di mille euro rubati, arrestato

Più di 1.000 euro di cosmetici, è il bottino che un 22enne di nazionalità romena, con precedenti, era riuscito a trafugare da un supermercato di piazza Giureconsulti nascondendoli in una borsa schermata creata ad hoc per eludere il sistema anti taccheggio. Suo malgrado, a dare l’allarme ai Carabinieri è stato un dipendente dell’esercizio commerciale, che ha notato l’uomo tra gli scaffali di cosmetici mentre armeggiava con una borsa che il 22enne portava a tracolla. Dopo pochi minuti, una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo è intervenuta riuscendo a intercettare il ladruncolo all’uscita “senza acquisti” del supermercato, ma con la borsa piena di cosmetici. La perquisizione scattata nell’immediatezza ha consentito ai Carabinieri di recuperare numerosi prodotti di cosmesi femminile e di constatare che l’interno della borsa era completamente foderato con fogli di carta stagnola, materiale in grado di schermare la rivelazione magnetica delle barriere anti taccheggio degli esercizi commerciali. La merce rinvenuta dai Carabinieri, è stata interamente restituita al direttore del supermercato mentre la “borsa speciale” è stata sequestrata. L’arrestato è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo. Dovrà difendersi dall’accusa di furto aggravato.