A tutte quelle persone che stanno già sognando la loro prossima vacanza estiva e non sanno ancora bene dove soggiornare, si consiglia vivamente di andare a Lisbona.
Al contrario di molte altre mete, la capitale portoghese ha un fascino molto particolare ed unico per una capitale europea, in essa si respira un’aria molto rilassata che fa pensare a un luogo calmo, dove mangiare bene, andare al mare, godersi una vacanza indimenticabile grazie alle piccole viuzze di alcuni dei principali quartieri della città, ai molti belvedere, agli infiniti ristoranti a conduzione familiare e alle botteghe.
Lisbona è una città incredibile ricca di colli e di “Miradouros”, cioè dei luoghi panoramici, situati nei punti più alti della città, dai quali si possono vedere i principali quartieri, il gigantesco fiume Tago, il castello, il pantheon, la cattedrale e lo straordinario Ponte 25 de Abril, lungo ben 2 km.
I migliori belvedere sono il Miradouro de Santa Luzia, situato ad Alfama, il più caratteristico e antiquo quartiere della città; il Miradouro de Santa Catarina, luogo di incontro di moltissimi giovani che prima delle dieci di sera vi si radunano armati di birre e di sigarette; non è raro trovarci anche delle piccole band musicali; il Miradouro de São Pedro de Alcântara, vicino ad una zona di pub, di bar e di locali serali e notturni.
I Miradouros sono la principale attrazione della città, quindi non vale la pena andare al famosissimo Ascensore di Lisbona, in quanto a pagamento e se dopo aver visto i belvedere si ha ancora voglia di guardare Lisbona dall’alto, anche il castello offre un’ottima vista.
Assolutamente da non perdere è l’antico quartiere di Alfama, il quale offre moltissimi ristoranti anche a conduzione familiare (un po’ bruttini, ma buoni ed economici), nei quali molto spesso si può ascoltare musica folcloristica portoghese, ovvero il Fado, inoltre si possono vedere delle vie tra le più caratteristiche della città, il famosissimo tram 28, che passa in mezzo al cuore di Lisbona.
Consigliamo fortemente di andare al piccolo ristorante “Lisboa Tu e Eu” situato in una via interna, il quale ha degli ottimi prezzi e purtroppo pochissimi posti, se invece si ha voglia di provare della discreta cucina portoghese ad un prezzo veramente accessibile a tutti, si può andare al RC Restaurante: un posto carino, dove scegliere moltissimi piatti di carne e di pesce e nel quale un piatto principale abbondante, mezzo litro di vino della casa e un dolce a scelta costano solamente 5 euro!
Molto interessanti per la vita notturna sono il quartiere di Bairro Alto e Pink Street; in queste zone ci sono molti locali economici frequentatissimi da giovani di tutto il mondo.
Da vedere è anche il meraviglioso sito di Bélem, situato fuori dal centro storico, che comprende la Torre di Belem (patrimonio UNESCO), il Monumento alle Scoperte, il Palazzo Rosa, ovvero una residenza ufficiale del Presidente del Portogallo, il Jardim da Praça do Império, il Museo Navale e il Monastero dei Jerominos (patrimonio UNESCO).
Non si può andare a Bélem senza fare almeno un salto in una delle pasticcerie più buone di tutto il Portogallo, la famosa “Pastéis de Bélem”, dove si può gustare il Pastel de Nata, un pasticcino a base di uovo, molto molto buono.
Il sito di Bélem non è gratuito, ma la prima domenica di ogni mese l’entrata al monastero, ai monumenti e ai musei non si paga.
Si consiglia anche di fare un giro a LX Factory, un luogo che gode di una vista mozzafiato, soprattutto dal “Roof-top Bar” e dove ci sono moltissimi laboratori di design e di grafica, ristoranti, bar
Per quanto riguarda dove e cosa mangiare, i ristoranti più caratteristici sono quelli a conduzione familiare, a volte parecchio spartani e poco illuminati, nei quali per una zuppa e un piatto abbondante si possono spendere anche meno di dieci euro. Il piatto principale è il Bacalhau, solitamente servito con molta cipolla, ma altrettanto buoni sono il polpo e le zuppe. Inoltre, nonostante Lisbona sia in prossimità del fiume e dell’Oceano Atlantico, offre moltissimi piatti di carne.
Se si è appassionati di cucina cinese, da provare è il “Chines Clandestino” vicino la piazza Martim Moniz, un ristorante a conduzione familiare, nel quale si spende poco e si mangia tanto, attenzione a non esagerare perché le porzioni sono enormi; l’ambiente è poco formale e il posto è sempre colmo di giovani.
In zona Baixa si può trovare la Fabrica da Nata, nella quale ci sono degli ottimi dolci e anche del cibo salato veloce, come panini e la Casa Portuguesa do Pastel Bacalhau, un locale specializzato in baccalà fritto, dove si può mangiare uno squisito Pastel de Bacalhau, anche se abbastanza caro rispetto alla media.
Per finire bisogna provare anche il Ginjinha (o Ginja), un liquore tipico di Lisbona e il posto migliore dove assaggiarlo è “A Ginjinha”, un piccolo locale che si trova a Rossio nel quale sono serviti shot per pochi euro.