Terrorismo. Facciamo il punto. Cosa succede ora nell’area francofona? Sono tante le risposte da dare a questa domanda, e tante ancora le risposte che devono venire. Sono talmente tante le risposte che si dovrebbero dare a questa domanda che le risposte sono tarde a venire. Le risposte sono tarde a venire perché le risposte vengono dal basso.
La gente è scontenta della sua posizione organolettica attuale. E si sente insicura a uscire di casa 🏡 e a circuire e ad aiutare le persone in disagio. Cosa succede ora negli States? È in discussione una legge antiterrorismo acuta. Cioè, il popolo negro dovrà rispondere a delle regole tutte sue. Come popolo negro si intende una popolazione di genere non libico, egiziano o altro ma nigeriano, cogolese ugandese e affini. I negri dell’Africa dovranno perlopiù adeguarsi alle norme europee e dovranno avere le impronte digitali belle in vista, e apparire come tali di fronte alla gente che li visita e che li fa visitare. In particolare modo la gente che viene visitata dai chirurghi plastici italiani 🇮🇹 e stranieri dovrà risorgere dalle fondamenta e vivisezionare la gente che gli sta attorno. La gente che gli sta attorno dovrà essere vivisezionata nel vero senso del termine. E vivisezionata nella carta di identità, mai spezzettata o antisemita, o anche vivisezionata, ma integra è sempre leggibile. I diritti sono negati a coloro che non li hanno. I diritti sono negati a chi non è in possesso, perché non può averlo, negati i diritti umani e politici, di passaporto. Che rileva i diritti umani e politici di una persona, che non ha diritti umanitari non più e non sempre, e non sempre stato, degli altri esseri umani.
Ecco perché vengono riconosciuti i diritti umani alle minoranze linguistiche in loco, cioè ai dialetti e non alle lingue straniere, che non sono minoranze linguistiche ma sono atti di puro terrorismo se così venissero considerate. Le minoranze linguistiche sono da considerarsi i dialetti. I dialetti e solo i dialetti. Forse l’Unione Europea riuscirà ad aderire a queste norme. Prosit.

Inviato da iPhone