Avellino, trovata droga, arresti

Continua l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, finalizzata a contrastare l’ormai dilagante fenomeno di coltivazione di marijuana in terra irpina.
Questa volta l’opera ha consentito di interrompere l’attività di coltivazione di stupefacenti organizzata in un terreno privato da un 55enne ed un 30enne del luogo che sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.
Nel pomeriggio di ieri, in Baiano, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della locale Compagnia, a conclusione di mirati servizi, sorprendevano i due uomini nella cura di oltre trenta piante di cannabis, aventi un’altezza variabile tra 1,5 e 3 metri e recanti infiorescenze.
Tale coltivazione veniva effettuata all’interno di un terreno agricolo: l’indagine svolta dai militari operanti accertava che i due avevano la disponibilità del fondo e, all’insaputa dell’ignaro proprietario, avevano avviato l’illecita attività.
Altra sostanza stupefacente di tipo hashish è stata altresì rinvenuta all’esito della successiva perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione del 55enne, già noto alle Forze dell’Ordine.
Alla luce delle evidenze raccolte, per i due soggetti scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, in quanto ritenuti responsabili di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti.
L’opera di prevenzione e repressione delle attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, ha dunque dato nuovi risultati. Il positivo esito di tali operazioni di servizio è anche frutto della profonda conoscenza del territorio dei militari dell’Arma.

Tenta una rapina a Bari, arrestato

I Carabinieri del Nucleo Informativo del Reparto Operativo di Bari e della Stazione Bari Scalo hanno arrestato in flagranza di reato Y.E.T, cittadino etiope, classe ’87, per tentata rapina ai danni di una giovane donna barese.
La ragazza, mentre si trovava proprio alle spalle della Caserma dei Carabinieri di via Tanzi, nel sottopasso pedonale ferroviario, è stata avvicinata dall’etiope il quale, dopo averla sorpresa alle spalle, dapprima le ha abbassato con forza la gonna, non è chiaro se per approcciarla sessualmente o impedirle i movimenti, successivamente, a seguito della sua reazione, l’ha aggredita con pugni al volto nel tentativo di strapparle la borsa. Le grida di aiuto della vittima hanno attirato l’attenzione dei militari che, accorsi tempestivamente sul posto a sirene spiegate, sono riusciti a bloccare il cittadino straniero e a condurlo in Caserma.
La donna, invece, è stata prontamente soccorsa dai sanitari del 118 che le hanno riscontrato evidenti segni di aggressione sul volto e sul collo.
L’indagato, tra l’altro già gravato da alcuni precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Bari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dinanzi alla quale dovrà rispondere di tentata rapina.

Putignano, prevenzione e repressione dello spaccio di droga

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Putignano, hanno effettuato mirati servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Proprio nel quartiere San Pietro Piturno, una pattuglia ha proceduto al controllo di uno scooter con a bordo due giovani del posto.
I due sono subito apparsi alquanto nervosi, tant’è che i militari hanno deciso di approfondire il controllo con delle perquisizioni.
Proprio il passeggero, minorenne ha cercato di nascondere nei pantaloni un grosso involucro che è stato immediatamente recuperato. Al suo interno sono stati trovati due pezzi di sostanza stupefacente del tipo hashish, in gergo chiamati panetti, del peso di 100 grammi l’uno.
Per tale motivo i due ragazzi sono stati condotti in caserma ed alla fine dei dovuti approfondimenti sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Il minorenne è stato accompagnato presso l’Istituto di Pena Minorile di Bari “Fornelli”, mentre il maggiorenne, conducente dello scooter, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
I due panetti di droga del peso di 200 grammi circa verranno analizzati nei prossimi giorni dal Laboratorio Analisi della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari.
Durante il medesimo servizio, i militari hanno anche arrestato D.G., 57enne del luogo, per aver violato gli obblighi di detenzione domiciliare a cui era sottoposto dal 2016 da Tribunale di Bari. Quest’ultimo stato, infatti, sorpreso fuori dalla propria abitazione ed ora dovrà rispondere del reato di “evasione”.

Baiano, omessa custodia di armi, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Baiano, nell’ambito dei servizi finalizzati al rispetto della normativa in materia di armi e munizioni ai sensi del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria una persona ritenuta responsabile di omessa custodia di armi. In particolare, i militari della Stazione di Avella, nel procedere ai predetti controlli constatavano la mancanza di oltre 50 cartucce calibro 9, regolarmente denunciate. Nei confronti dell’uomo, cinquantenne del luogo, che non era in grado di reperire tale materiale, scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.
Si procedeva altresì al ritiro della pistola detenuta.