Ilaria Ceccarelli, di cosa si sta occupando in questo momento?
Di musica e parole… fino a pochissimo tempo fa lavoravo come producer per quietplease!. la casa di produzione audio di Ferdinando Arnò (www.quietplease.net) che ha prodotto il singolo, un’esperienza formativa molto bella. Ora però vorrei riuscire per un po’ a occuparmi solo di musica.

Quale è il suo nome d’arte?
IOSONOARIA

Cosa le piace fare nella vita?
Viaggiare, leggere, ballare, suonare e ascoltare musica… un po’ viziata eh? Scherzo, anche aiutare gli altri.

Cosa ama fare?
Osservare gli sconosciuti, sentire cosa dicono e cosa pensano…

Televisione o cinema?
Cinema… anche se ci sono alcune serie TV che mi causano dipendenza.

Radio o televisione?
Radio! Facciamo musica!

Cosa ama dell’arte?
Dell’arte antica l’estrema maestria, di quella contemporanea la critica alla società contemporanea.

Il suo quadro preferito?
Un 2501 originale bianco, oro e nero. Mio fratello è un artista che adoro. J (http://www.2501.org.uk)

Il suo libro preferito?
Il Gattopardo, l’ho scoperto quando vivevo a NY… trovato a casa di un amico che mi ospitava, non ho mai riso così tanto, è modernissimo ed estremamente attuale.

Cosa ama della musica?
L’universalità del linguaggio musicale. Le emozioni forti e immediate che provoca. È anche la forma d’arte più fruibile da tutti no?

Il suo disco preferito?
Ce ne sono tanti… Miseducation di Lauryn Hill, Frank Ocean impossibile averne uno preferito.

Cosa racconta con la sua arte?
La mia vita e quella delle ragazze come me. Viviamo un’epoca di transizione dove tutto è in divenire, sono sicura che le donne siano il futuro, ma a volte ci sentiamo perse.
È importante non sentirsi sole. Per questo nel video ci sono molte altre ragazze insieme a me. Tutte giovani, belle e artiste. Credo nel conforto della condivisione.

Cosa ama del mare?
L’acqua azzurra dove si vede il fondo. Adoro nuotare.

E della montagna?
L’aria paulita? Preferisco la montagna in estate!

Cosa ama del suo mestiere?
La possibilità di entrare in contatto con le persone. Se anche solo una persona dovesse trovare un senso per sé in quello che dico ne sarà valsa la pena.

Si racconti in quattro righe, il suo carattere.
Sono buona come il pane, mai finta …ma non mi fate arrabbiare!

Racconti la sua vita in quattro righe.
Ho avuto già tre vite e ora spero di cominciarne una quarta. Ognuna è stata una tappa fondamentale della mia crescita. Vivo uno strano bipolarismo mi sento una vecchia con uno spirito da bambina.

Cosa ama delle foreste Verdi?
Che esistano ancora…