L’Italia da moltissimo tempo ormai ha di estate dei problemi inerenti la siccità e di inverno invece il problema comune riguarda le inondazioni.
Ormai da molto tempo il clima non ha più le caratteristiche del classico clima mediterraneo, ma si è sempre avvicinato di più agli standard tipici tropicali.
Non a caso in queste giornate si assiste sempre di più a delle temperature elevatissime, ma subito dopo si passa a delle precipitazioni scroscianti,fin o ad arrivare mi a delle nevicate o grandinate che destabilizzano completamente tutto l’habitat circostante.
Ma ora per rendere interessante l’articolo dovremmo analizzare da vicino i problemi e cercare pure di arrivare a progettare delle soluzioni proficue per l’Italia intera.
Cominciamo ad analizzare da dove scaturiscono i problemi.
La nostra rete idrica, infatti, riesce a captare solamente l’11% delle precipitazioni che si susseguono nel periodo autunnale e invernale, sprecando così l’89% delle risorse che potrebbero essere utilizzate in caso di gravissima siccità estiva.
Ciò rende il nostro Paese uno dei più spreconi Paesi del Mondo per quanto riguarda l’acqua.
Il ministo Galletti ha sottolineato che la situazione è abbastanza grave purtroppo, ma ciò è dovuto soprattutto ai prelievi illegali nel Lago di Bracciano.
Il Ministro ha giustamente sottolineato che si tratta di reati ambientali e che prevedono l’arresto.
La soluzione più efficace a nostro modo di vedere sono le seguenti: creare dei ghiacciai artificiali e rendere più efficienti tutte le “apparecchiature” che hanno a che fare con l’acqua, dalle docce fino ad arrivare alla nostra rete idrica.
Ci vorrà molto tempo, ma sarà l’unico modo per salvarci.