La capitale austriaca diventa un’armonia di colori durante l’estate e con il caldo inarrestabile di questo mese potrebbe essere la scelta giusta per tutti coloro che decidono di passare un finesettimana in un posto un po’ più fresco e fortunatamente neanche troppo lontano.
La città ha un aspetto assolutamente unico, ricca di piazze eleganti e di palazzi stupendi; inoltre l’estate offre molte possibilità come il famosissimo “Festival Pop di Vienna” a Karlsplatz, nel quale solamente nel 2017 si esibiranno ben 60 artisti per una durata complessiva di 4 giorni di sola musica e per chi sta pensando a quanto potrebbe costare una cosa del genere, è assolutamente gratuito!
Ma non finisce qui, l’estate viennese è ricchissima d’iniziative e una delle più originali e affascinanti è il “Festival della Musica su Schermo” che dura durante tutto il periodo estivo(da fine giugno a inizio settembre).
Esso è situato nella bellissima Piazza del Municipio e consiste nella rappresentazione di film musicali su un maxischermo installato davanti allo stupendo municipio della città ed il tutto è contornato da moltissime punti di vendita gastronomici, ma soprattutto anche per partecipare a questo festival non si paga nulla.
Tra le moltissime attrattive e cose da fare obbligatoriamente, si consiglia di visitare i palazzi viennesi, soprattutto il “ Castello del Belvedere” e il “Castello di Schoenbrunn”, inoltre molto interessanti sono il complesso di Hofburg e il Duomo di Santo Stefano.
Oltre a ciò, una volta arrivati a Vienna bisogna necessariamente assaggiare la “Sacher Torte” (torta Sacher), inventata proprio a Vienna ed i posti migliori dove compiere questo rito sono il Cafè Sacher, luogo molto lussuoso e raffinato, anche se colmo di persone e Demel, un posto che non è assolutamente inferiore al primo. Un pezzo di torta costa intorno ai 5 euro, ma attenzione, una volta provata, non si riuscirà più a farne a meno.
Molti diranno che la cucina viennese non è così particolare come quella di moltissimi altri posti in Europa, ma ci sono numerosi ristoranti tipici, nei quali mangiare “Schnitzel”, un piatto a base di carne che consiste in una fettina di vitello impanata e fritta, molto spesso servita solamente con una fetta di limone; se si ha molta fame, esistono dei posti poco raffinati e colmi di giovani, nei quali non è raro sedersi accanto a degli sconosciuti, ma con una decina di euro si riesce a mangiare una pinta di birra e ben due schnitzel.
Una bella differenza con i locali centrali che hanno ancora un gusto e una raffinatezza molto spesso scomparse troppo facilmente in Italia, infatti la suggestione che suscita Vienna la si può trovare semplicemente camminando nelle larghe strade e tra le piazze enormi e respirando l’aria della città.
Inoltre, se si è appassionati di psicologia, la casa-Museo di Sigmund Freud sarà un luogo veramente ricco d’informazioni sulla vita dell’inventore della psicanalisi.
Se non sapete ancora dove trascorrere le proprie ferie, il nostro consiglio è di affrettatevi a prenotare un biglietto per Vienna prima della fine dell’estate, di certo sarà un’esperienza unica e non ve ne pentirete.