Un fantastico Real Madrid supera per 2 a 1 il Manchester United e si aggiudica così la quarantesima edizione della supercopppa europea, regalando così il sesto trofeo all’allenatore delle merengue Zidane.
Si conferma così l’anno d’oro del Real Madrid che ha già alzato al cielo i seguenti trofei: Liga, Coppa Campioni, Mondiale per club e Supercoppa europea.
A Dicembre dovrà anche giocare la finale del Mondiale per club.
Unico neo della stagione madrilena, se così lo si può chiamare, è l’eliminazione dalla Coppa del Re, ma poco male rispetto agli altri trofei alzati.
La partita, seppure è finita solamente 2 a 1, non è stata mai i n discussione e ha visto una netta supremazia, sia territoriale che agonistica, del Real Madrid, che ha dominato per tutti i 90 minuti del match.
Zidane si è perfino permesso il lusso di lasciare in panchina Cristiano Ronaldo(entrato solamente al termine della partita perché non al meglio), sicuramente il giocatore più forte e rappresentativo del Real Madrid.
I marcatori della partita sono stati: Casemiro, in sospetto fuorigioco, e Isco, mentre il goal della bandiera dei Reds lo ha firmato Lukaku.
Non solo per il goal, ma il migliore in campo è risultato Casemiro, che fa un lavorone in mezzo al campo, segna, prende una traversa e fornisce palle preziose ai suoi compagni, soprattutto a Bale, che non concretizza.
Comunque i complimenti vanno fatti a tutta la squadra che si è comportata in maniera egregia, ha creato tantissimo e ha concesso poco agli avversari.
Unico neo dei Blancos è l’estremo difensore, che non è impeccabile sul goal del Manchester, tuttavia salva la partita grazie ad una paratona nel finale su Rashford.
I Reds di mourinho hanno combattuto, come hanno potuto, fino alla fine, ma la differenza tra le due squadre era troppo netta.