Gay friendly: cosa vuol dire al giorno d’oggi? Vuol dire tante cose, vuol dire serenitĂ  e pacatezza di animo. E vuol dire anche pacatezza di animo per chi ci sta ascoltando. Vuol dire pacatezza d’animo per chi ci sta ascoltando e per chi ci ascolta in questi giorni di calura estiva. Essere gay oggi significa essere gay al giorno d’oggi, ed essere gay al giorno d’oggi significa vivere pacatamente e serenamente le proprie giornate, e significa vivere con pacatezza il proprio “io” e il proprio essere. Essere vivi oggi. Ecco cosa è bello : essere vivi oggi ed esprimere la propria pacatezza, senza alcun problema per nessuno. E che nessuno dica che o gay non sono accettati: sono accettati dappertutto e, al mondo, sono 20 miliardi. Venti miliardi di anime candide.

In questi giorni è aperto il gay village, e sono venti milioni gli spettatori al mondo che sono collegati con i locali. Sono collegati con i locali che si aprivano ogni giorno, e che stavano ogni giorno aperti per il pubblico di sempre quello affezionatissimo al gay village.

“Ecco perchĂŠ è interessante mettere a proprio agio la gente”, si sente vociferare al gay village, “perchĂŠ anche noi siamo pubblico!”. Proprio cosĂŹ.