Yves Saint Laurent, che profumi di gioia, verrebbe da dire. Profumi di gioia che ancora conoscono poco di noi, che ancora conoscono poco di noi perchรฉ noi ancora non รจ chiaro cosa vogliamo comprare, e cosa vorremmo avere dentro la borsa. Proprio cosรฌ, care amiche, cosa vorremmo avere dentro la borsa? Una Gabrielle oppure un Demond, come si chiamava anticamente il profumo Dior, come Karl Lagerfield piรน di una volta spifferรฒ al proprio pubblico di amici e fedelissimi, e che prende il nome il piรน delle volte in Poison. Anche Yves Saint Laurent ha presentato il proprio Poison, ma la scelta รจ ardua. รˆ ardua perchรฉ anche Chanel ha detto la sua, con la sua pozione personale, Gabrielle, e a La Rinascente di Roma cโ€™รจ tutto un viavai di signore che vogliono assaggiare le diverse sfumature di Gabrielle. Insomma, signore, voi siete piรน una Gabrielle o una Poison? Sta a noi o al nostro uomo deciderlo? Beโ€™, non scendiamo troppo nelle pizzicalle.
Bottega Belenga