Piazza Tahir, ragioniamoci sopra. Cosa รจ successo davvero a piazza Tahir in questi giorni ? Cosa รจ successo in questi giorni a piazza Tahir davvero? E cosa sta succedendo in questi giorni davvero in queste calunnie di tempo, in questi giorni da tempo, in questi giorni da tempo brutto e pericoloso, cosa sta succedendo in questi giorni da tempo pericoloso e malandato, a piazza Tahir?
Si sta ripetendo la piazza Tahir di sempre, e sempre e comunque, e sempre e comunque al stessa storia. La stessa storia che si ripete ogni anno, e che ogni anno ci esorcizza. Miriadi di manifestanti che si riversano per strada e che chiedono elezioni. Elezioni nel mondo libero e comunque nel mondo dissolto cosรฌ come รจ, e cosรฌ come รจ stato sempre di solito. Eppure piazza Tahir, prima che fosse piazza Tahir, era un mondo pieno di bazzecole e di prezzemolo, di fiori venduti al pinzimonio e di fiori venduti al pezzo, un euro al fiore. Un euro a fiore che ci fanno pensare da bene e non a fiordi di persone, non meglio identificate come tali, che si riversano per strada. Ma si pensi soltanto a quanti morti ci possono essere per migliaia di persone che si riversano per strada e che applaudono tutte insieme, a quanti e a quali disordini si e ci possano creare, a quali beghe si possano intraprendere prima di vedere un fiordo ricomparire. Lasciamo le piazze come sono. E lo sono davvero, e lo per davvero. Un bel mare, di questo parlano, ma nel mare hanno gli squali, ed emigrano volentieri. Un bel sole, ma ci vogliono cappelli e occhiali da sole potentissimi per resistergli, ed emigrano volentieri. Creme da sole, dicono, ma ce ne vogliono di potentissime per non creare una nuova piazza Tahir, dove non si sa bene cosa si reclacitino i giornalisti rimasti, se dopo una piazza cosรฌ piena ancora ci sono. Eppure una volta si stava bene, e le piazze erano stimolanti e gonfie di gente perbene che le percorreva, e non cโ€™era traccia di violenza in giro. Cโ€™erano piazze gremite di gente che sparava? Ma quando mai, se le piazze erano vuote e mai gremite di gente strana, con strane tute e strani orpelli addosso. Si stavano assemblando, a piazza Tahir, di nuovo, questa mattina, e sono stati fermati dalle forze pubbliche. E poi piรน il nulla. E poi piรน il nulla. Ecco cosa รจ successo. Che si stanno riassemblando nelle piazze, e questo non va bene, perchรฉ riassemblarsi nelle piazze significa per giunta essere assiepati in maniera strana nelle piazze, e nelle piazze stare per bene e sentirsi per bene. Ecco cosa significa, camminare per strada. Questo significa. Assemblarsi in modo strano nelle piazze.