Ciรฒ che oggi tutti noi tendiamo a dare per scontato, del nostro presente cosรฌ come del nostro passato, รจ spesso frutto di un percorso complesso e intrigante, sviluppatosi talora nellโ€™arco di piรน secoli. Lo studio di questo percorso puรฒ dunque costituire unโ€™occasione unica per comprendere meglio il nostro passato remoto cosรฌ come quello prossimo, poichรฉ la Storia e la percezione che di essa si ha nel tempo non รจ costante ma muta col mutare delle persone, delle mode, del gusto e delle ideologie. Dopo aver affrontato il tema della fortuna degli Etruschi dallโ€™antichitร  al medioevo, nella prossima conferenza โ€“ โ€œLa fortuna degli Etruschi: dal Rinascimento allโ€™Illuminismoโ€ โ€“ in programma giovedรฌ 11 gennaio alle ore 17.00, sposteremo lo sguardo piรน avanti nel tempo per ripercorrere le vicende della riscoperta degli Etruschi dallโ€™Umanesimo fino allโ€™Illuminismo, passando, naturalmente, attraverso il Rinascimento. Percorreremo quindi i fasti, le invenzioni e le falsificazioni dellโ€™Etruscheria del celebre frate Annio da Viterbo che, sul finire del สผ400, ebbe lโ€™ardire di ricucire la storia primitiva dellโ€™Etruria con quella del Vecchio Testamento, manipolando con grande abilitร  la tradizione e le testimonianze materiali dellโ€™archeologia traendone non pochi vantaggi personali. Ci sposteremo poi nella Firenze rinascimentale per ripercorrere le imprese politiche e culturali del primo Magnus Dux Etruriae (Granduca di Toscana), Cosimo I (1519-1574), protagonista di una rilettura fortemente ideologizzata della grandezza degli Etruschi funzionale alle sue ambizioni, negli stessi anni in cui Papa Giulio III commissionava la sua amata Villa Giulia a maestri del calibro di Vasari, Vignola, Michelangelo e Ammannati. Le ultime tappe di questo viaggio nel tempo ci traghetteranno, infine, negli anni del collezionismo sfrenato di curiositร  e meraviglie ben esemplificato dal genio bulimico del gesuita Athanasius Kircher, le cui collezioni di antichitร  etrusche e italiche sono poi in parte confluite nelle raccolte del Museo Etrusco, per chiudere il cerchio con il secolo dei Lumi nel corso del quale uno degli ultimi eredi di Michelangelo, Filippo Buonarroti, insieme ad altri eruditi come Anton Francesco Gori, Scipione Maffei, Ludovico Antonio Muratori cominciarono a demolire le falsificazioni anniane ponendo fine allโ€™Etruscheria e restituendo consistenza e profonditร  storica agli Etruschi e alla loro cultura.

Il ciclo di conferenze: Gli Etruschi senza Mistero
Villa Giulia ottobre 2017-maggio 2018

ยซรˆ in veritร  impressionante il constatare che, per due volte nel VII secolo a.C. e nel XV d.C., pressochรฉ la stessa regione dellโ€™Italia centrale, lโ€™Etruria antica e la Toscana moderna, sia stata il focolaio determinante della civiltร  Italianaยป.
Con queste parole Jacques Heurgon, uno dei massimi etruscologi del XX secolo, rifletteva con stupore quasi entusiastico sulla mirabile coincidenza tra la grandezza delle genti toscane nel periodo cosiddetto Orientalizzante, prima, e in quello Rinascimentale, poi. Perchรฉ allora non coinvolgere un pubblico il piรน ampio possibile in una riflessione sul mondo etrusco, nella cornice di una delle Ville piรน importanti e suggestive del Rinascimento italiano, scelta come dimora per la raccolta piรน rappresentativa al mondo di materiali relativi al popolo etrusco? Cosรฌ รจ nata lโ€™idea di promuovere e ospitare presso la Sala della Fortuna del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia un ciclo di โ€œlezioniโ€ volte ad approfondire, anche alla luce delle piรน recenti scoperte archeologiche, gli aspetti di maggior interesse della storia e della cultura degli Etruschi, cercando di sfatare qualche โ€œmitoโ€ e di svelare qualche presunto โ€œmisteroโ€, senza nulla togliere al fascino che avvolge da secoli una delle civiltร  piรน importanti dellโ€™Italia preromana.

Il ciclo di conferenze รจ curato da Valentino Nizzo, Direttore del Museo.
Le conferenze, della durata di circa unโ€™ora/unโ€™ora e mezzo, avranno luogo uno o due giovedรฌ al mese da ottobre a maggio.
La partecipazione รจ inclusa nel costo del biglietto, con le riduzioni e le gratuitร  previste per legge.
Non รจ necessaria la prenotazione. Lโ€™accesso sarร  possibile fino a esaurimento dei posti disponibili.

Programma delle prossime conferenze

Giovedรฌ 25 gennaio 2018, ore 17.00
La fortuna degli Etruschi: Dal Romanticismo al Fascismo

Giovedรฌ 8 febbraio 2018, ore 17.00
La fortuna degli Etruschi: Lโ€™ereditร  degli Etruschi

Giovedรฌ 8 marzo 2018, ore 17.00
La donna etrusca

Giovedรฌ 5 aprile 2018, ore 17.00
Il popolo piรน religioso: La disciplina etrusca

Giovedรฌ 19 aprile 2018, ore 17.00
I โ€œmitiโ€ Etruschi: Tagete, Tarconte, Tuchulcha e gli altri

Giovedรฌ 17 maggio 2018, ore 17.00
La morte in Etruria

Piazzale di Villa Giulia, 9 – 00196 โ€“ Roma tel. +39 06 3226571
Mail e sito web: mn-etru.comunicazione@beniculturali.it; www.villagiulia.beniculturali.it