Concerto a palazzo, concerto al Quirinale, concerto a Palazzo. Ma cosa succede veramente nei meandri dei palazzi capitolini ed europei? Succede che si sta parlando di diplomazia, e si sta parlando di diplomazia nei ranghi alti del potere, con la visita di Emmanuel Macron a Palazzo. Una visita che ha sconvolto tutti, e che li ha portati a dire: “Vive la France”. “Vive la France” perchรฉ la visita di Macron รจ stata inaspettata รจ davvero veritiera, e bellissima. รˆ arrivato alle nove a Palazzo del Quirinale. E qui ha soggiornato con tutti i capi di Stato, i Capi di partito e le rappresentanze militari del Paese. Ecco allora che si รจ tolto i vessilli europei per indossare quelli italiani. Vessilli italiani che ancora โš“๏ธย tornano in uso nelle alte corti europee, e che non sono mai caduti in disuso. Ecco allora che il presidente si รจ accomodato con il presidente della ๐Ÿ‘‘Repubblica italiano, e ha imparato a usare le proprie vicissitudini per parlare alla folla e riconoscersi. Un linguaggio antico e perenne, da Capo di Stato. Un linguaggio che lo ha reso noto di fronte al mondo intero. Un linguaggio da Capo di Stato. La visita รจ terminata tra gli scavi di Roma, dopo un breve appuntamento diplomatico, e si รจ svolta in tutta tranquillitร .