Photo by Valerio Mezzanotti / NowFashion.com © 2010 Premio Vallombrosa 2010


Ecco i cinque finalisti del Premio Gregor von Rezzori: Katie Kitamura con Una separazione (Bollati Boringhieri); Andrei Makine con Arcipelago di una vita (La Nave di Teseo); Lawrence Osborne con Cacciatori del buio (Adelphi); Lincoln nel Bardo di George Saunders (Feltrinelli); David Szalay con Tutto quello che è un uomo (Adelphi).
Il vincitore del Premio Gregor von Rezzori per la narrativa straniera verrà annunciato nella cerimonia di premiazione che avrà luogo sabato 5 maggio.

Il vincitore per la traduzione è Claudio Groff, premio alla carriera per le traduzioni di Rilke, Kafka, Bernhard, Schulze, Handke e Grass.

Durante i giorni del Festival verrà anche assegnato il Premio Gregor von Rezzori Giovani Lettori che premia le 5 migliori recensioni ai libri finalisti fatte dagli studenti delle scuole superiori.

Tra le novità di questa edizione: la direzione artistica di Andrea Bajani, già giurato del premio, autore impostosi all’attenzione dei lettori con il romanzo Se consideri le colpe (Einaudi, 2007) e poi vincitore del Premio Bagutta con Ogni promessa (Einaudi, 2010). Il suo romanzo più recente è Un bene al mondo (Einaudi, 2016).

La Fondazione Santa Maddalena annuncia anche l’arrivo a Firenze della scrittrice canadese Margaret Atwood. Attivista ambientale e fondatrice dell’organizzazione no profit Writers’ Trust of Canada per incoraggiare alla scrittura; femminista e amante del fantascientifico tra i suoi libri più importanti ricordiamo Il canto di Penelope.

La giuria del premio per la narrativa straniera è composta da Beatrice Monti della Corte, Ernesto Ferrero, Andrea Bajani, Paolo Giordano, Alberto Manguel e Edmund White.
Giuria del Premio per la traduzione: Bruno Ventavoli (presidente), Ilide Carmignani e Susanna Basso.

Nato dall’esperienza della Fondazione Santa Maddalena – presieduta da Beatrice Monti della Corte, moglie di Gregor von Rezzori, il Festival degli Scrittori è promosso e sostenuto dal Comune di Firenze nell’ambito delle attività del Gabinetto G.P. Vieusseux ed è realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Si avvale della collaborazione del Centro per il libro e la lettura del MiBACT, della Fondazione Paul Thorel, di NYU, di Giunti Editore e di Repubblica Firenze come media partner.