​ “Le relazioni tra Italia e Stati Uniti d’America sono eccellenti. L’intendimento è quello di rafforzare l’impegno comune per la difesa e la sicurezza internazionale”. Così il Ministro Roberta Pinotti in occasione del colloquio con il Segretario della Difesa statunitense, Gen. James Mattis, che si è svolto oggi al Ministero della Difesa.
Durante l’incontro sono stati discussi vari temi: situazione internazionale e lotta al terrorismo – con particolare riferimento al Mediterraneo e alla lotta contro il Daesh – relazioni bilaterali tra i due Paesi e nell’ambito dell’Alleanza Atlantica, cooperazione industriale.
Mattis – in questi giorni in Europa per una serie di appuntamenti tra i quali la 6ª ministeriale difesa ristretta anti Isis che si svolgerà domani a Roma – ha riconosciuto il ruolo importante dell’Italia nei principali teatri di crisi e nella lotta al terrorismo. Ha inoltre dato atto di come l’Italia, prima di altri, aveva individuato L’Africa e il Mediterraneo come luogo di problematiche rischiose per l’Europa. Per queste ragioni la Nato ha avviato l’apertura di un “Hub” per la sicurezza nel Mediterraneo.
Il nostro Paese si conferma tra i primi contributori alla Sicurezza internazionale – sotto l’egida delle Nazioni Unite o della NATO oltre alle iniziative bilaterali o nell’ambito di coalizione come quella anti-Daesh.
Pinotti e Mattis hanno sottolineando la volontà di rafforzare le eccellenti relazioni bilaterali esistenti sia in termini operativi, di condivisione degli sforzi per la sicurezza internazionale e di dialogo politico-militare, sia nel settore della cooperazione industriale. Mattis ha insistito molto sulla cooperazione tra i due paesi, alleati di pari dignità.
Una sinergia che si concretizza anche nel settore della formazione: da anni la collaborazione svolta nel contesto del COESPU di Vicenza ha permesso di addestrare migliaia di unità di polizia a favore dell’impegno delle Nazioni Unite nei principali teatri di crisi.