Per sensibilizzare il mondo del giornalismo sulle conseguenze causate da un fenomeno come l’usura, anche nelle vite delle vittime e dei loro nuclei familiari, si è svolta ieri a Roma una tavola rotonda organizzata dalla Consulta nazionale antiusura ‘Giovanni Paolo II’.

Al convegno, dal titolo ‘Usura, azzardo e mass media’ è intervenuto anche il commissario straordinario del governo per le iniziative antiracket e antiusura, Domenico Cuttaia, che ha ribadito l’importanza di far conoscere gli strumenti che lo Stato mette a disposizione delle vittime.

In particolare, si tratta di aiuti che si concretizzano nell’erogazione di somme di denaro pubblico e che pongono al primo posto l’interesse della vittima a riprendere la propria attività imprenditoriale danneggiata da odiosi reati quali l’estorsione e l’usura.